Milano, lanciavano sassi contro metro Crescenzago: identificati 13enni

Lombardia
Immagine d'archivio (ANSA)
binari_ansa

I due tredicenni sarebbero i responsabili del lancio di pietre contro treni della metropolitana avvenuto martedì scorso a Milano 

Due tredicenni sono stati identificati dalla polizia come i responsabili del lancio di pietre contro treni della metropolitana, avvenuto martedì scorso, 18 dicembre a Milano. A seguito di tale atto vandalico cinque mezzi della linea MM2 sono stati danneggiati. I due adolescenti, italiani, non sono imputabili in quanto minori di 14 anni, e sono stati quindi riaffidati alle famiglie dopo l’identificazione.

Il raid vandalico

Secondo quanto riferito, i due sarebbero gli autori del raid vandalico avvenuto tra le stazioni di Crescenzago e Cimiano, nel tratto in cui la linea della metropolitana passa in superficie. Il lancio di sassi si è ripetuto per cinque volte, sempre sulla stessa tratta, causando spavento tra i passeggeri. Fortunatamente non ci sono stati feriti.

Le indagini

I due sono stati individuati dalla polizia partendo dalla descrizione di un testimone e dal confronto con le immagini delle telecamere di sorveglianza che, in ogni caso, non hanno ripreso il momento della sassaiola. Un primo ragazzino è stato bloccato ieri, venerdì 21 dicembre, dagli agenti della Polmetro, che lo hanno atteso nella stazione di Crescenzago. Il tredicenne dopo un po' ha confessato il misfatto e ha rivelato il nome dell'amico che era con lui. Interrogato sul perché dell’atto vandalico, il ragazzino ha raccontato di averlo fatto per "passare il tempo".

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.