Vigevano, simula rapimento per spiegare assenza a genitori: denunciato

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

I carabinieri hanno denunciato per simulazione di reato un uomo di 34 anni che si è inventato di essere stato rapito per giustificare la sua assenza da casa

Racconta ai suoi genitori di essere stato rapito per giustificare la sua assenza da casa per due giorni. Denunciato per simulazione di reato un uomo di 34 anni di Vigevano, in provincia di Pavia, che si è presentato alla stazione dei carabinieri di Zeme Lomellina nel Pavese raccontando di essere stato sequestrato due giorni prima da tre individui ignoti che, sotto la minaccia di un coltello, lo avrebbero costretto a recarsi con la propria auto prima ad Asti e successivamente a Casale Monferrato in provincia di Alessandria.

La ricostruzione dei fatti non ha convinto i carabinieri

La ricostruzione della vicenda non ha convinto il maresciallo dei carabinieri che con alcune domande è riuscito a far cadere in contraddizione l’uomo sull'azione condotta dai presunti sequestratori e sulla sequenza temporale dei fatti. Al termine del colloquio il giovane ha ammesso di aver simulato il rapimento per nascondere la sua assenza ai genitori con cui era tornato a vivere. A quel punto è scattata per lui la denuncia.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.