Lecco, ex benzinaio condannato preferisce carcere a servizi sociali

Lombardia
Foto di archivio (Agenzia Fotogramma)

È stato coinvolto nell’operazione ‘Cappio’ che nel 2006 ha portato in carcere 16 persone, tra cui imprenditori e funzionari pubblici. Ha anche rifiutato il patteggiamento 

Ha preferito il carcere ai servizi sociali. Dalmazio Gilardi, 55 anni, condannato in via definitiva a 3 anni 2 mesi e 29 giorni per usura ed estorsione, si è presentato spontaneamente nel carcere di Lecco. Gilardi, ex benzinaio, è stato coinvolto nell’operazione ‘Cappio’ che nel 2006 ha portato in carcere 16 persone, tra cui imprenditori e funzionari pubblici. Ha collaborato con la giustizia, rifiutato il patteggiamento e si è sottoposto al processo. In aula durante il dibattimento di primo grado a Lecco ha dichiarato: “Sono contrario ai compromessi”. A distanza di 12 anni dall'avvio dell'inchiesta la sentenza di 3 anni 2 mesi e 29 giorni è passata in giudicato e alla scelta tra carcere e servizi sociali ha optato per la prima e spontaneamente si è presentato alla portineria del penitenziario lecchese.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.