Milano, inaugura il parco Biblioteca degli Alberi in zona Porta Nuova

Lombardia
Immagine d'archivio (ANSA)
01-biblioteca-alberi-milano-drone-fotogramma

Cinquecento alberi e 150mila piante formano il nuovo ‘polmone verde’ della metropoli milanese, un parco didattico e aperto a tutti

Cinquecento alberi e 150mila piante formano il nuovo ‘polmone verde’ della metropoli milanese. La Biblioteca degli alberi è stata inaugurata oggi, parte del progetto urbanistico che ha ridisegnato la zona di Porta Nuova. Il parco è il terzo per dimensioni del centro città, e presenta delle caratteristiche innovative: una fra tutte, quella di essere aperto, senza recinzioni. “Questo rappresenta una sfida non facile ma necessaria - ha spiegato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala - Oggi si parla tanto di sicurezza ma sarà sorvegliato nel modo giusto e ci saranno telecamere”, ha assicurato il sindaco.

Una biblioteca botanica

Altra peculiarità del nuovo parco è la grande varietà di specie arboree, che lo rendono una sorta di archivio tangibile del patrimonio vegetale: una biblioteca, appunto, diffusa, e distribuita seguendo i principi del green design e di architettura del paesaggio. In futuro, ricorda l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran, sarà possibile camminare dal parco Biblioteca degli Alberi fino all’ex area Expo ribattezzata Mind, Milano Innovation District, attraverso un percorso tutto verde. Non è mancata però qualche protesta nel corso dell’inaugurazione: famiglie e insegnanti della vicina scuola di via Confalonieri hanno fatto sentire la propria voce per ricordare che il Comune non ha ancora portato a termine i lavori per il cortile della scuola. Il sindaco Sala si è impegnato ad inaugurare il cortile al più presto.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.