Milano, fermato Matranga: tradito dalla carta d'identità

Lombardia
foto di archivio (Getty Images)
hashish_getty

Sul documento di riconoscimento c'era scritto nubile anzichè celibe. Pietro Matranga, pregiudicato e già ai domiciliari è stato arrestato a Milano 

Invece di celibe, sulla carta d'identità c'era scritto nubile. Questo il dettaglio a incastrare Pietro Matranga, pregiudicato di 67 anni, molto noto per il suo passato da trafficante di droga, arrestato a Milano per il possesso di un documento falso.
Matranga è considerato dagli investigatori uno dei maggiori broker di stupefacenti del nord Italia, coinvolto assieme al fratello Gioacchino in importanti operazioni antidroga.
Dal 2016, il 67enne, è sottoposto alla sorveglianza speciale, con l'obbligo di restare a casa della compagna dalle 22 alle 6. Ieri gli agenti si sono presentati a casa per un controllo di routine, lui ha presentato la carta d'identità perfetta in ogni sua parte, tranne che nella dicitura femminile del suo status.
Una volta portato in questura, è stato accertato che il Comune di San Giuliano Milanese aveva rilasciato davvero una carta d'identità per lui, ma non di quel tipo e soprattutto non valida per l'espatrio come quella falsa. Successivamente è stata eseguita una perquisizione in casa durante la quale sono stati trovati 120 grammi di hashish. 

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.