Furti negli aeroporti di Bergamo e Bologna, denunciate tre persone

Lombardia
Immagine d'archivio (ANSA)
ANSA-Fiumicino

Due peruviani e un cubano sono accusati di aver commesso almeno due furti ai danni dei passeggeri. Tutti avevano precedenti penali, uno di loro ha esibito documenti contraffatti

Due peruviani e un cubano sono stati denunciati dalla Polizia di Frontiera dell’aeroporto Marconi di Bologna. L’accusa è di aver commesso due furti ai danni dei passeggeri che transitavano per l’aeroscalo emiliano e per quello di Orio al Serio, ma si presume che si tratti di ladri seriali. I tre, tutti fra i 50 e i 55 anni, sono risultati irregolari e con precedenti penali alle spalle. Uno di loro ha esibito documenti contraffatti al momento del fermo, ed è stato quindi denunciato anche per il reato di possesso di documento di identificazione falso. Per i tre è scattato un ordine di espulsione dal Paese.

Il terzetto è stato intercettato all’interno dell’aeroporto Marconi, durante un’operazione della Polizia di Frontiera volta a contrastare i borseggi ai danni dei viaggiatori. Due di loro sono stati fermati mentre si aggiravano fra i passeggeri fermi allo scalo degli arrivi, mentre il terzo è stato trovato fermo ad attendere i compagni in macchina, all’ingresso dell’aeroporto. Nell’automobile inoltre è stato rinvenuta la refurtiva di un colpoo dello scorso 3 ottobre in una boutique del centro di Bologna: si tratta di abiti e accessori del valore di circa 1500 euro, nascosti, ancora confezionati, in uno scatolone nel bagagliaio della vettura. E’ scattata quindi anche una denuncia per ricettazione.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.