Covid e viaggi sicuri: dai voli Covid-tested ai tamponi da effettuare. Le regole e i costi

Lifestyle

Beatrice Barbato

©Getty

Tornare a viaggiare, ma soprattutto poterlo fare in tutta sicurezza. In attesa che arrivi l'estate e prima ancora di scegliere la destinazione da raggiungere, c'è chi si chiede quali siano le regole da seguire, soprattutto se il mezzo di trasporto scelto è l'aereo. Serve un tampone per poter partire? Cosa sono i voli Covid-tested? Nella rubrica Viaggi sicuri cercheremo di rispondere a queste e a molte altre domande sul tema. 

La stagione estiva è alle porte e c’è chi, sulla base del proprio calendario di vaccinazione, sta già iniziando a cercare la meta dove poter trascorrere le proprie vacanze. La prima domanda che ci si pone, ancor prima di dove andare, è una: serve il tampone per partire? Non tutte le mete applicano le stesse normative ed è per questo che bisogna far riferimento alle misure adottate dai singoli Stati, disponibili sul sito dell’unità di crisi della Farnesina, Viaggiare sicuri. Questo perché anche i Paesi dell’UE hanno adottato precauzioni differenti, in attesa che il Green Pass europeo entri in vigore.

 

I voli Covid-tested: come funzionano

Al momento il tampone è necessario per i voli Covid-tested, ovvero quelli autorizzati dal Ministero della Salute mediante un’apposita ordinanza. Ma vediamo in cosa consistono: i passeggeri che prenotano voli Covid-tested, in fase di imbarco, devono consegnare alcuni documenti:

  1. La certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone molecolare (RT PCR) o antigenico, effettuato non oltre le 48 che precedono l’imbarco;
  2. La dichiarazione di cui all’art.50 del Dpcm 2 marzo 2021;
  3. Il Passenger Locator Form.

Una volta atterrati, i viaggiatori devono effettuare nuovamente un tampone molecolare o antigenico all’interno dell’aeroporto di destinazione.

Chi viaggia su un volo Covid-tested è autorizzato a entrare e a transitare nel territorio nazionale, senza dover rispettare gli obblighi di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario, purché sia in possesso di tutta documentazione richiesta.

Che cos’è il Passenger Locator Form

approfondimento

Le 10 mete che possono essere raggiunte con voli Covid-tested

Si tratta del modulo di localizzazione del passeggero, richiesto dal 24 maggio 2021 a tutti i passeggeri che vogliono entrare in Italia.

Per compilarlo è necessario collegarsi al sito https://app.euplf.eu/#/ e seguire la procedura guidata:

  • scegliere Italia come destinazione
  • creare un account personale in fase di registrazione
  • compilare il modulo
  • mostrare il pdf con il QRcode al momento dell’imbarco

Mancato imbarco sul volo Covid-tested

leggi anche

Covid e viaggi sicuri, che assicurazione fare per andare all'estero

Se si è impossibilitati a partire perché l’esito del tampone è positivo, è previsto che la compagnia aerea rimborsi il biglietto o emetta un voucher di pari importo e su richiesta del passeggero, valido per 18 mesi dall’emissione. Tutto ciò deve avvenire entro 14 giorni dalla data in cui viene effettuato il recesso.

 

Le tratte dei voli Covid-tested

Attualmente gli aeroporti che garantiscono voli Covid-tested sono:

  • Aeroporto “Leonardo Da Vinci” di Fiumicino,
  • Aeroporto di Milano Malpensa
  • Aeroporto Napoli Capodichino
  • Aeroporto “Marco Polo” di Venezia

Mentre le tratte coperte sono da e per:

  • Il Canada
  • Il Giappone
  • Israele
  • Gli Stati Uniti d’America (da e per gli aeroporti internazionali di Atlanta, Boston, Chicago, Dallas, Los Angeles, Miami, New York, Philadelphia, Washingotn DC)
  • Gli Emirati Arabi

Quanto costa effettuare un tampone

I test che sono riconosciuti come validi in fase di partenza e arrivo sono il molecolare e l’antigenico, effettuati a mezzo tampone. Nel primo caso si tratta di un tampone naso/oro-faringeo in grado di stabilire la presenza di materiale genetico (RNA) del virus. Il tampone antigenico, invece, permette di individuare gli antigeni presenti nel rivestimento del SARS-CoV-2. La presenza di queste proteine serve per identificare il virus nella sua fase iniziale. In caso di esito incerto o positivo, è necessario sottoporsi al tampone molecolare per ricerca dell’RNA virale tramite RT-PCR.

Il costo per entrambi varia a seconda della Regione in cui viene effettuato, ad esempio:

  • Lombardia: il tampone molecolare varia tra i 75 e i 90 euro; il tampone antigenico tra i 30 e i 36 euro.
  • Lazio: per un tampone molecolare 60 euro in media; per un tampone antigenico 22 euro.
  • Campania: il costo di un tampone molecolare si aggira tra i 50 e i 60 euro; quello di un tampone antigenico in media ha un costo di 22 euro.
  • Sicilia: il tampone molecolare ha un costo di 50 euro: l’antigenico rapido sui 20 euro in media.

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24