Come coltivare i mirtilli in vaso, la nostra guida

Lifestyle

Far crescere queste bacche blu a casa, su un balcone o un terrazzo, è molto facile. Attenzione però a scegliere la varietà giusta

Il mirtillo è una specie arbustiva che si coltiva per i suoi buonissimi frutti, ottimi da mangiare da soli o insieme a torte, crepes e pancakes. Coltivare queste bacche blu in casa non è difficile, ed è comunque meglio che provarle a farle crescere nel terreno visto che i mirtilli necessitano di terreni con pH inferiore a 5,5. Inoltre hanno radici poco profonde che possono facilmente adattarsi a uno spazio contenuto come quello del vaso. Ma vediamo nel dettaglio come procedere con la coltivazione.

Mirtilli, quali scegliere

approfondimento

Piante da giardino con fiori bianchi, le 10 varietà più belle

Ci sono molte varietà di mirtillo e non tutte sono adatte alla coltivazione in vaso. Ecco quali sono le varietà che si prestano meglio alla coltivazione in vaso. Top Hat: varietà nana, cresce a cespuglio ed è perfetta per crescere all'interno di un contenitore; Sunshine Blue, varietà semi-nana, anche questa si sviluppa sempre a cespuglio ma con una vegetazione più abbondante della precedente. Infine Chippewa, varietà a media altezza, più adatta a chi ha spazio a sufficienza per farla crescere.

Coltivare i mirtilli, il terreno

Il mirtillo cresce molto bene in vaso sul balcone o sul terrazzo. Per quanto riguarda il terriccio, è bene comprarne uno specifico per acidofile. In ogni vaso, che dovrà avere un diametro e una profondità di almeno 40 centimetri, va piantata una sola piantina di mirtillo. Attenzione: visto che le radici, come abbiamo detto, sono superficiali, non usate mai la zappetta per rimuovere le eventuali erbacce perché potreste danneggiarle. Lavorate eventualmente il terreno con le mani.

Mirtilli, come coltivarli

approfondimento

Le 5 migliori piante alte da interno per arredare la tua casa

Una volta comprata la pianta di mirtilli, dovete rinvasarla con il terreno che vi abbiamo consigliato. Eliminate dall’arbusto i rami danneggiati, malati o molto fini. Pacciamate (ricoprite) il suolo con aghi di pino o corteccia. Per quanto riguarda la luce, il mirtillo vuole una posizione soleggiata e quindi un'esposizione in pieno sole. Per la coltivazione in vaso (da fare a inizio primavera di ogni anno) è necessario potare la pianta per garantire un buon ricambio di vegetazione.

Mirtilli, come curarli

Per quanto riguarda l'acqua, bisogna bagnare spesso il terreno nei vasi, anche quotidianamente quando fa caldo. Fate attenzione però a non esagerare per evitare ristagni. A questo proposito è importante inserire uno strato di argilla espansa a fondo vaso. Consiglio: non usate mai l’acqua del rubinetto per l’irrigazione perché è calcarea e tenderà ad aumentare il pH del suolo causando danni alla pianta. Infine, almeno una volta all’anno è consigliabile concimare per mantenere le sostanze nutritive importanti per lo sviluppo della pianta.

Mirtilli, la raccolta

La raccolta dei mirtilli si effettua, a seconda della varietà, da giugno in poi e dura circa un mese. Queste bacche si raccolgono con le mani quando presentano una buccia di un bel colore blu.

Lifestyle: I più letti