Camelia japonica, come coltivarla e curarla: la guida

Lifestyle
@Pixabay

La camelia giapponese è una delle piante più apprezzate per allestire un giardino con splendidi fiori rossi che sbocciano da fine autunno ad inizio primavera

La camelia japonica è una magnifica pianta ornamentale, la variante oggetto di questo approfondimento è quella riconoscibilissima a fiori rossi, composta da numerosi strati di petali. Come tutte le camelie, proviene dal Sud-est asiatico, area Giappone, Corea e Cina, appartenente alla famiglia delle Theaceae. La sua origine è antichissima e per la brillante tonalità delle foglie, che conferisce alla pianta una bellezza esuberante, è spesso stata associata alla presenza del divino. Le camelie vivono molto a lungo, anche fino a cinquecento anni, per tale ragione a questa pianta si associa la longevità: in Giappone giungere al 90esimo anno di età, significa celebrare “The Year of the Camellia”. Toccarla, inoltre, è di buon auspicio per le giovani coppie di sposi.
Perfetta per il giardino, si sviluppa bene anche in terrazza: vediamo con quali cure e quali accorgimenti.

Come coltivarla

approfondimento

Forsizia, come coltivare e curare la pianta da giardino: la guida

La camelia può essere piantata tutto l'anno, così come non c'è una stagione specifica per la potatura che dovrà essere superficiale, volta ad eliminare i rami secchi, intervenendo dopo la fioritura, che va da fine autunno ad inizio primavera. È importante, nella messa a dimora, controllare che non ci siano ristagni d'acqua nel terreno: occorrerà provvedere a un buon drenaggio mantenendo il suolo morbido. In giardino va piantata in una buca profonda anche 30 centimetri.

Il terreno adatto e la corretta irrigazione

La camelia ha bisogno di un terreno ricco di sostanze organiche, leggermente acido, ovvero con ph compreso tra 5.5 e 6.5. Il suolo ottimale è ben drenato. La pianta è amica delle altre specie vegetali quindi, nei giardini, vive molto bene insieme ad altre piante con cui farsi ombra.

Nelle stagioni calde, va bagnata non più di un paio di volte alla settimana, spruzzando anche le foglie, evitando le ore bollenti. In inverno, va innaffiata solo quando il terreno è asciutto.

La posizione ideale in giardino e in vaso

approfondimento

Mandorlo in vaso, come coltivarlo: la guida

La camelia japonica è una pianta subtropicale, quindi cresce bene al caldo e nei climi piovosi. In giardino, e in una condizione più naturale, la camelia è una pianta di sottobosco e prospera nella penombra. La sua collocazione ideale, pertanto, è in semi-ombra, dove il terreno può restare umido. Non teme il freddo eccessivo ma d'inverno è bene proteggerla dal vento: ottimale la permanenza temporanea in serra.

Le varianti

La camelia japonica è un arbusto sempreverde con foglie consistenti di colore verde lucente e riconoscibile dalle altre per il colore dei fiori che va dal rosa intenso a rosso brillante con alcune tipologie screziate di bianco. La variante “Black Camellias” è di un rosso molto intenso tendente al nero. Quella “Japonica a foglia variegata”, può avere fiori maculati o screziati e le macchie possono riguardare anche il fogliame, dai bordi meno regolari e più a punta ma non meno suggestivi.

Lifestyle: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24