Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Chi è Samuel, leader dei Subsonica e nuovo giudice di X Factor

4' di lettura

Nel 1996 ha fondato una delle band più di successo della scena rock, portando le sonorità elettroniche anche in Italia. Poi numerose collaborazioni, una partecipazione a Sanremo e il primo disco solista. Nel 2019 entra a far parte della giuria del talent di Sky

Torinese, classe 1972, da frontman dei Subsonica Samuel ha segnato una stagione della musica italiana, portando a fine anni ’90 in Italia i suoni moderni dell’elettronica, in voga all’epoca soprattutto in Gran Bretagna. Passato attraverso diversi singoli di successo, una partecipazione a Sanremo e diversi riconoscimenti internazionali, con i Subsonica Samuel è diventata una delle figure più importanti della scena musicale rock alternativa (e non) italiana. Il cantante ha anche avviato una carriera solista. Nel 2016 ha annunciato il suo primo album senza i Subsonica, intitolato “Il codice della bellezza”. Nel 2019 Samuel diventa uno dei giudici del talent show di Sky X Factor, insieme a Mara Maionchi, Malika Ayane e Sfera Ebbasta.

Gli esordi con i Subsonica

Samuel Umberto Romano, che diventerà conosciuto da tutti solo come Samuel, nasce il 7 marzo 1972 a Torino, forma i Subsonica nel 1996 insieme a Davide Dileo, noto con lo pseudonimo “Boosta”, e Max Casacci, già componente del gruppo reggae Africa Unite. Il nome nasce dall’unione delle due proposte di Samuel, che aveva suggerito "Sonica", come una canzone dei Marlene Kuntz, e di Max, che propendeva per "Subacqueo", titolo di una canzone che aveva scritto con gli Africa Unite. La fidanzata di Max ebbe l’idea di unire i due nomi creando così la parola "Subsonica". Un primo demo autoprodotto consente al gruppo di firmare il contratto con la casa discografica Mescal. Nella primavera del 1997 i Subsonica pubblicano il primo disco omonimo.

"Tutti i miei sbagli" e "Nuova ossessione", l'apice con i Subsonica

Di lì a un paio d’anni, la band raggiunge il suo apice e ottiene i suoi maggiori successi. Ispirati dall’ondata rave britannica, a gruppi come Chemical Brothers e a generi come techno e jungle, i Subsonica si impongono all’attenzione del grande pubblico italiano con il singolo “Colpo di pistola”, tratto dal secondo album del gruppo, “Microchip emozionale”, uscito nel settembre del 1999. Nel 2000 partecipano per la prima volta al Festival di Sanremo con il brano “Tutti i miei sbagli”, riuscendo ad arrivare undicesimi. In quel periodo ricevono i riconoscimenti più importanti, come il premio per il miglior artista italiano agli MTV Europe Music Award di Stoccolma, che replicheranno nel 2003. Il 2002 è un altro anno di successi, con il nuovo album “Amorematico” trainato dal singolo “Nuova ossessione”, un altro dei loro cavalli di battaglia.

Le prime esperienze da solista

Nel 2004 la band divorzia dalla casa discografica Mescal per firmare con la major Emi. I successivi album Terrestre, Eclissi ed Eden, pur non raggiungendo gli apici dei dischi precedenti, riscuotono comunque un buon successo. E le loro date dal vivo sono animate da tantissimo pubblico che continua ad accorrere numerosissimo. Nel frattempo Samuel ha iniziato a farsi conoscere anche da solo, prima fondando il progetto parallelo dei Motel Connection, e poi con una serie di collaborazioni, tra cui alcune celebri con Giuliano Palma, Chiara e gli Afterhours.

Il primo album da solista

È solo nel 2016 che ufficializza però l’uscita del suo primo album senza i Subsonica, “Il codice della bellezza”, trainato dai singoli “La risposta” e “Rabbia” e pubblicato ufficialmente a febbraio 2017. Sempre nel 2017 Samuel torna anche a Sanremo per la prima volta senza i Subsonica, partecipando con il brano “Vedrai”, con cui ottiene la finale dove chiude al decimo posto in classifica. La sua esperienza da solista è proseguita con il duetto con Mannarino per il singolo “Ultra Pharum”, del marzo 2018. Nella seconda metà dell’anno, Samuel torna con i Subsonica per la promozione di "8", che come suggerisce il titolo è l’ottavo album in studio della band.             

Giudice di X Factor

A giugno 2019 viene annunciato che Samuel farà parte del quartetto dei giudici di X Factor, il talent show musicale di Sky. Con lui Mara Maionchi, la cantante Malika Ayane e il trapper Sfera Ebbasta. Sulla sua nuova esperienza, Samuel ha detto: “Mi piacerebbe accendere i riflettori sulla musica che amo, fatta non solo di belle voci, ma anche di suoni di ricerca e di contenuti da raccontare, dedicando un’attenzione particolare agli autori e non solo ai cantanti”.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"