Fuorisalone 2019: la mappa degli eventi con i vari distretti

Da Brera a Tortona, da Bovisa a Isola, saranno diverse le zone di Milano che ospiteranno l'evento che animerà la città dall'8 al 14 aprile in concomitanza con il Salone Internazionale del Mobile

Esposizioni, istallazioni, mostre, percorsi culinari ed eventi culturali. Milano si prepara ad ospitare il Fuorisalone 2019 che, come da tradizione degli ultimi anni, accompagnerà dall'8 al 14 aprile il Salone Internazionale del Mobile con eventi dislocati su tutto il territorio cittadino. Saranno infatti diverse le zone che ospiteranno l'iniziativa mettendo in mostra il meglio del design italiano e non solo. Tra queste ci saranno ovviamente i quartieri che ospitano showroom e studi tutto l'anno, come Brera e Tortona, ma non mancheranno le sorprese con palazzi storici e strutture riqualificate che apriranno i battenti proprio per questa occasione. Ecco quindi i distretti e le zone dove si concentreranno la maggior parte degli eventi.  

Tortona

Il cuore storico dell'iniziativa batte nella zona sudorientale della città e per la precisione all'interno del distretto Tortona. Questo quartiere, che negli anni ha saputo rivalutarsi proprio grazie al comparto del design, ospiterà diversi eventi, molti dei quali all'interno del Superstudio, uno degli hub di creatività più celebri di Milano. Quest'anno, dentro il distretto troverà posto anche Ventura Future che organizzerà una serie di iniziative all'interno dell'ex spazio Ansaldo. Così come si avrà la possibilità di apprezzare Tortona Rocks, il progetto espositivo e di comunicazione, ideato da Milano Space Makers, e dedicato allo scouting di nuove tendenze e ai brand più affermati.

Brera

Uno dei distretti da visitare assolutamente durante questo Fuorisalone è quello di Brera che, in occasione della decima edizione della propria Design Week, torna con 210 eventi e 395 espositori. Per quest'anno gli organizzatori hanno scelto il tema della sostenibilità e della progettazione consapevole, che rappresenta un invito collettivo a porre un'attenzione sempre maggiore all'impatto del lavoro dei progettisti. Per dare forma a questo intento sono stati chiamati a dare il loro apporto dieci ambasciatori tra designer e architetti, come Mario Cucinella, Aldo Cibic
e e Oliver Marlow.

Isola

Tra i protagonisti dell'iniziativa ci sarà anche il quartiere Isola, che concentrerà la propria attenzione sui temi dell'innovazione e in particolare su tecnologie come la stampa 3D e sui nuovi materiali. Nella zona saranno oltre 200 i designer, studi di design ed aziende, provenienti da tutte le parti del mondo, ad animare le decine di location sparse per il distretto. La Biblioteca degli Alberi, ad esempio, ospiterà il #DesignVillage con installazioni all'aperto, esposizioni interne e il primo design bar interamente stampato in 3D. Gli eventi, però, saranno organizzati anche fuori dalla zona di competenza con 4 istallazioni e 2 esposizioni all'interno di Palazzo Lombardia e una serie di iniziative dentro la Fabbrica Del Vapore.

5Vie

Un altro polo molto interessante è quello del 5Vie Art+Design, che proporrà mostre collettive e personali che faranno da ponte tra il mondo del progetto e quello dell’artigianato. Nella mistica cornice dell’Oratorio della Passione, ad esempio, sarà ospitata la prima personale di Carlo Massoud che darà vita ad "una mostra dal taglio sociale e politico filtrata da una visione infantile e fanciullesca". Nello scenario delle cantine romane e nel cortile principale del Siam in via Santa Marta, invece Roberto Sironi affronterà il tema dei big data in una mostra curata da Annalisa Rosso.

Bovisa

Anche quest'anno alcune iniziative del Fuorisalone verranno organizzate da IN/BOVISA, un progetto culturale di aggregazione e comunicazione, nato dall'Associazione Zona Bovisa. Da segnalare ad esempio la mostra del tipografo Daniele Roberto Milani in collaborazione con Paper Typo – Paper City e Mamusca, intitolata "Un cesso di mostra".  

Distretto diffuso

Tra le zone interessate ce ne sarà anche una che non farà riferimento ad un unico quartiere. Si tratta del progetto DOS_Design Open' Spaces che, promosso da Re.Rurban Studio ed Emilio Lonardo Design, e con la collaborazione del Comune e il Politecnico di Milano, aprirà per la prima volta al pubblico della Milan Design Week degli edifici che sono stati riqualificati proprio per l’occasione. Tra questi anche l'ex-Casello Daziario di Piazza 24 Maggio, dove si terrà un'esposizione collettiva di giovani designer.