Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

I Beatles sul tetto di Londra, 50 anni fa l’ultimo concerto

3' di lettura

L'evento si tenne il 30 gennaio 1969 sulla cima della Apple Records e fu caratterizzato da alcuni particolari indimenticabili

Il 30 gennaio 1969 i Beatles salutavano i loro fan con un ultimo, straordinario concerto. Organizzato sul tetto della Apple Records, i Fab Four si mostrarono ai loro fan chi sfoggiando pellicce, chi vestendo un impermeabile rosso, con i microfoni avvolti da calze da donna per proteggerli dal vento. Quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario di quell'evento a metà tra il genio e la follia.

Insieme dopo tre anni

I Beatles tornarono a cantare insieme dopo tre anni di attesa, da quando decisero di non suonare più dal vivo. Organizzarono un'esibizione eccezionale che, almeno nelle intenzioni iniziali, avrebbe dovuto segnare il riscatto. Invece divenne solo l'evento-simbolo dell'inizio della fine. John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr suonarono cinque canzoni, ripetendole in diverse versioni: "Get Back", "Don't Let Me Down", "Dig a Pony", "I've Got a Felling" e "One After 909".

"Speriamo di aver passato l'audizione"

L'esibizione durò solo 42 minuti a causa dell'arrivo sul tetto della polizia londinese, intervenuta a causa del forte volume e dell'ingorgo creato sotto il palazzo al numero tre di Savile Row. Prima di salutare il pubblico, John Lennon pronunciò una storica frase "Vorrei ringraziare tutti da parte nostra e del gruppo, speriamo di aver passato l'audizione".

La storia dei Fab Four

La band nacque ufficialmente a Liverpool nel 1960, ma soltanto due anni dopo (con l'arrivo di Ringo Starr) nacque la formazione, che avrebbe rivoluzionato la storia della musica. L'anno successivo pubblicarono "Please Please Me", seguito poi da altri dodici dischi, che in brevissimo tempo divennero dei successi planetari. Il caso più eclatante fu il doppio Lp "White Album", che ha recentemente compiuto 50 anni: a tre giorni di distanza dall'uscita in Gran Bretagna, arrivava negli Stati Uniti, schizzando in vetta alle classifiche. Divenne l'album più venduto dei Beatles oltreoceano. Stando alle stime dichiarate, i Beatles hanno venduto a livello mondiale circa 600 milioni di copie fra album, singoli e musicassette, di cui 178 milioni nei soli Stati Uniti d'America.

L'inizio della fine

Ma in quel 30 gennaio 1969 dello spirito che aveva reso i quattro ragazzi di Liverpool "più popolari di Gesù Cristo" (come dichiarò lo stesso Lennon in un'intervista del 1966), non rimaneva molto. Troppe le tensioni interne, che portarono allo scioglimento. La fine giunse il 10 aprile 1970. Il Daily Mirror ricevette un dattiloscritto firmato da Paul McCartney: il bassista dichiarava di non voler più far parte del gruppo. "Paul is quitting The Beatles", Paul sta lasciando i Beatles. L'addio ufficiale dell'artista fu annunciato un mese prima dell'uscita dell'ultimo album dei quattro, "Let It Be".

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"