Twitter, dopo la richiesta di Elon Musk il tribunale del Delaware sospende l'azione legale

Economia
©Ansa

I legali del patron di Tesla hanno preparato un documento in cui chiedono al tribunale del Delaware di non proseguire con la causa avviata nei suoi confronti dal social network dopo che era saltata la trattativa per l’acquisto del colosso. Richiesta accolta dal tribunale che dà alle parti tempo fino al 28 ottobre prossimo per trovare un accordo

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie dal mondo

 

Il tribunale del Delaware ha sospeso la causa in corso tra Elon Musk e Twitter e dà alle parti tempo fino al 28 ottobre prossimo per trovare un accordo. La decisione del tribunale arriva dopo la richiesta di Elon Musk di sospendere appunto l'azione legale avviata nei suoi confronti da Twitter per costringerlo ad acquistare il social media. I legali del patron di Tesla hanno osservato come l'uomo più ricco del mondo si sia infatti impegnato a rilevare la società che cinguetta al prezzo originario di 44 miliardi di dollari. Il social media aveva respinto la richiesta dell’imprenditore di congelare il contenzioso. La richiesta di Musk arriva due giorni dopo aver rilanciato il suo piano di acquisizione. Il ritiro di luglio del fondatore di Tesla dell'offerta da 44 miliardi di dollari per rilevare Twitter ha portato quest'ultima a denunciare Musk per violazione del contratto.

La mossa di Musk 

vedi anche

Musk propone l'acquisto di Twitter al prezzo iniziale

"Non c'è bisogno di un processo accelerato per ordinare agli imputati di fare ciò che stanno già facendo e questa azione è ormai superflua", si legge in un documento preparato dagli avvocati di Musk che allude alla sua ultima offerta. "Tuttavia, Twitter non accetta un sì come risposta. Sorprendentemente hanno insistito nel procedere con questa causa, mettendo incautamente a rischio l'accordo e giocando con gli interessi dei loro azionisti". Martedì Musk ha inviato una lettera a Twitter per rilanciare l'offerta di 54,20 dollari per azione a condizione che il tribunale del Delaware interrompa l'azione legale contro di lui. Twitter ha sostenuto di prevedere di chiudere l'operazione di acquisto al prezzo di 54,20 dollari in una dichiarazione che non ha affrontato le richieste di Musk sul congelamento del contenzioso. Mercoledì scorso, il giudice del Delaware Kathaleen McCormick ha dichiarato di voler procedere con il processo, sostenendo che nessuna delle parti ha chiesto una sospensione. 

Bloomberg: trattative Twitter-Musk bloccate su finanziamenti a debito 

vedi anche

Elon Musk annuncia di voler lanciare X, l'app "di tutto": cosa si sa

Secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg citando alcune fonti, le trattative fra Twitter e Elon Musk per raggiungere un accordo sull'acquisizione da 44 miliardi di dollari sarebbero bloccate sul nodo del finanziamento dell'operazione, e in particolare sui 13 miliardi che il patron di Tesla ha detto che avrebbe ricevuto in finanziamenti a debito. Invece il New York Times rivela che Musk puntava a ottenere uno sconto del 30% sul prezzo di acquisto di Twitter. Secondo alcune fonti, i legali del patron di Tesla avevano offerto circa 31 miliardi di dollari per l'acquisizione rispetto ai 44 miliardi messi sul piatto all'inizio. Nel corso delle trattative lo sconto si era poi ridotto al 10%. I colloqui però non si sono tradotti in un accordo e nelle ultime ore Musk ha annunciato di voler procedere con l'operazione al prezzo iniziale. Anche il Wall Street Journal dice che Twitter e Musk hanno discusso un possibile taglio del prezzo di acquisto del social, fissato inizialmente a 44 miliardi di dollari. La società che cinguetta e il patron di Tesla hanno discusso senza successo per settimane su un possibile riduzione del prezzo prima che Musk cambiasse idea e decidesse di procedere sulla base dei termini stabiliti all'inizio. 

Economia: I più letti