App preinstallate e gatekeepers: le proposte Ue per l'antitrust online

Economia

La Commissione europea ha proposto alcune regole che potrebbero cambiare radicalmente il mercato delle super-aziende tecnologiche. Guarda nel video un estratto di Sky Tg24 Business

La Commissione europea ha pubblicato il 15 dicembre le sue proposte per le nuove regole sull'antitrust europeo. Contenute nel Digital Markets Act, la commissaria Margrethe Vestager ha annunciato diverse misure - che non saranno in vigore prima di qualche anno - per limitare il potere di mercato delle Big Tech (tra cui Amazon, Google, Facebook, Apple, Microsoft, ecc). Assieme alle proposte sulla concorenza, Bruxelles ha pubblicato anche quelle relative alla diffusione di hate speech e contenuti violenti in rete.

 

Le proposte prevedono lo stop alle app pre-installate sugli smartphone e tablet che non si possono eliminare dopo l'acquisto. Il divieto di favoritismi quando si cerca un'app sugli store delle piattaforme (che secondo la Commissione favorirebbero i propri prodotti a discapito dei software di altri sviluppatori). E l'obbligo di comunicare da parte delle aziende più grandi una parte dei dati che gli utenti lasciano navigando in rete e usando le app, a favore delle aziende tecnologiche più piccole e concorrenti. Infatti uno dei problemi, secondo gli esperti, del mercato digitale è l'accentramento di potere di mercato dovuto alla concentrazione dei dati degli utenti, nelle mani di poche aziende sempre più grandi. Per questo la Commissione propone di trattare queste grandi aziende tecnologiche come "gatekeepers" (guardiani) della rete, e dunque richieder loro più responsabilità e regolamentazione.

 

Chi non dovesse rispettare queste regole, pagherebbe secondo la proposta della Commissione Ue, fino al 10% del proprio fatturato globale. Vale a dire, per Google, Amazon o Apple, decine di miliardi di euro.

 

Di questo hanno discusso a Sky Tg24 Business Tommaso Valletti, economista all'Imperial College di Londra ed ex capo economista della Dg Competition a Bruxelles, ed Enzo Marasà, avvocato studio Portolano Cavallo ed esperto di questioni antitrust. Guarda nel video una parte del loro intervento e l'opinione di entrambi sulle nuove misure.

 

Assieme a loro, è stata ospite di Sky Tg24 Business anche Maria Cristina Origlia, presidente del Forum della Meritocrazia. Recupera qui l'intera puntata.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.