Ecobonus 2020, il governo pensa a farlo salire al 110%. Fraccaro: "È una svolta storica"

Economia
©Ansa

La misura sarà contenuta nel decreto economico di maggio e e varrà anche il sismabonus. Sarà possibile quindi detrarre dalle tasse negli anni successivi all'investimento un ammontare superiore alla spesa sostenuta. Previsto anche lo sconto in fattura che le imprese potranno recuperare come credito d'imposta ed eventualmente cedere alle banche

Ci sarà anche l'aumento dell'ecobonus e del sisma bonus al 110% nel decreto maggio con le misure economiche per affrontare l’emergenza causata dal coronavirus  (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE - GRAFICHE). Lo ha annunciato il sottosegretario Riccardo Fraccaro. "L'Italia deve ripartire con un nuovo approccio economico basato sulla sostenibilità ambientale", ha affermato. "Nel decreto maggio ho proposto di inserire un Superbonus pari al 110%, sia per gli interventi di efficienza energetica che di adeguamento sismico. Rappresenta una svolta storica". Fraccaro ha spiegato: "L'ecobonus passa dal 65 al 110%", con "una detrazione superiore all'importo speso". Sarà possibile poi ottenere "lo sconto in fattura, senza quindi alcun esborso economico,  e cedere la detrazione fiscale all'impresa" (BONUS BICI E MONOPATTINI FINO A 500 EURO).

Quali lavori garantiranno il bonus al 110%

Il superbonus sarà utilizzabile non solo per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici ma anche "per il fotovoltaico, gli accumulatori, l'isolamento delle pareti, gli impianti di riscaldamento a pavimento, gli infissi e tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica", ha spiegato Fraccaro.

Come funziona la detrazione

Se una famiglia effettuerà lavori sulla propria abitazione che ricadono all’interno degli interventi previsti dal bonus, riceverà quindi al momento della dichiarazione dei redditi una detrazione pari al 110%, superiore al costo dei lavori, che potrà utilizzare in compensazione in cinque quote annuali di pari importo. 

Sconto in fattura e credito d’imposta per le imprese

Ma ci sarà un’ulteriore iniziativa per cercare di accelerare la ripresa dell’edilizia e sostenere le imprese. I contribuenti privi della liquidità necessaria potranno optare per lo sconto immediato in fattura del costo dei lavori, ha spiegato Fraccaro. Le imprese potranno poi recuperare la liquidità, dopo aver anticipato la cifra, grazie a un rimborso sotto forma di credito di imposta, che potrà anche essere ceduto alle banche per ottenere immediatamente la liquidità.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24