Scadenze fiscali dicembre 2019, ecco il calendario degli obblighi principali

Economia

Con la fine dell’anno sono numerosi gli adempimenti a cui lavoratori e società sono tenuti a provvedere. Cinque le date chiave: 2, 16, 20, 27 e 31 dicembre. Ecco gli appuntamenti da ricordare e le tasse da pagare

Inps, Iva, Tobin Tax, fatture differite: è fitto il calendario delle scadenze fiscali di dicembre 2019 che andranno a interessare diverse categorie di lavoratori. Gli adempimenti sono raggruppati in cinque date chiave: 2, 16, 20, 27 e 31 dicembre. Ecco quali sono gli obblighi giorno per giorno (che tuttavia rimangono soggetti a possibili proroghe, anticipazioni o modifiche che saranno eventualmente comunicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate).

2 dicembre 2019

Sono svariati gli adempimenti da evadere entro il 2 dicembre. Tra i più importanti troviamo il versamento dei contributi integrativi relativi al quarto trimestre per il Fondo Dirigenti di azienda industriale (Fasi), la comunicazione dei dati delle liquidazioni periodiche Iva del terzo trimestre dell’anno (Lipe) e la comunicazione dei dati relativi alle retribuzioni e ai contributi UniEmens da effettuare sul sito dell’Inps.

16 dicembre 2019

Parecchie le scadenze che cadono il 16 dicembre. Per quanto riguarda l’Inps, è da effettuare il versamento dei contributi per il lavoro dipendente agricolo relativo al secondo trimestre, per l’ex Enpals il versamento dei contributi previdenziali per i lavoratori dello spettacolo. Scade anche la Tobin Tax (versamento dell’imposta sulla transazioni finanziarie), mentre per il commercio al minuto, grande distribuzione, associazioni sportive dilettantistiche, associazioni senza scopo di lucro e pro loco scade il termine per annotare l’ammontare dei corrispettivi del mese precedente. E ancora: si deve procedere con l’emissione e registrazione delle fatture differite per la merce consegnata, tramite Ddt o documento simile, relative al mese precedente, con la liquidazione e il versamento dell’Iva per il mese di novembre, con lo Split Payment (versamento dell’Iva da parte delle pubbliche amministrazioni), con il versamento all’Inps dei contributi previdenziali per i collaboratori a progetto e occasionali e con il versamento delle ritenute.

20 dicembre 2019

Tra gli adempimenti a cui provvedere entro la pausa natalizia c’è invece il versamento dei contributi per gli impiegati da parte delle aziende che applicano i Ccnl Logistica Trasporto Merci e Spedizioni o Agenzie Marittime Raccomandatarie e Agenzie Aeree e Mediatori Marittimi e la comunicazione dei rapporto di lavoro iniziati, conclusi o modificati da parte delle agenzie di somministrazione lavoro.

27 dicembre 2019

Subito dopo Natale, entro il 27 dicembre, sono da effettuare il versamento dei contributi e la denuncia a favore degli impiegati agricoli (Enpaia) e la prestazione degli elenchi riepilogativi Intrastat.

31 dicembre 2019

Si arriva così all’ultimo giorno dell’anno, entro cui bisogna provvedere all’invio e comunicazione all’Inps dei dati retributivi e contributivi UniEmens e alla presentazione della Dichiarazione Imu per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo sia sorto dal 1° gennaio 2018.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.