Stefanel chiede l'amministrazione straordinaria. Mancato accordo dei creditori

Economia
stefanel

Il piano di rientro dei debiti proposto dall'azienda d'abbigliamento è stato bocciato. Il marchio ha presentato domanda per lo stato di insolvenza

Stefanel, il noto marchio d'abbigliamento, ha chiesto l'amministrazione straordinaria dopo che i creditori hanno bocciato il piano di rientro dei debiti proposto dall'azienda.

La domanda di Stefanel per lo stato d'insolvenza

A comunicare la decisione è stata la stessa Stefanel, con una nota: l'impresa ha depositato l'istanza di rinuncia alla procedura di concordato preventivo e presentato la domanda per la dichiarazione dello stato di insolvenza. Questo step sarà propedeutico all'ammissione della società alla procedura di amministrazione straordinaria. L'annuncio è arrivato dopo che da giorni era chiaro che la maggioranza dei creditori avrebbe detto no al piano di rientro dei debiti. Così come avrebbe detto no anche alla proposta concordataria che il gruppo doveva presentare al Tribunale di Treviso entro domani.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24