Candy, l’azienda di elettrodomestici comprata dal gruppo cinese Haier

Economia
candy_ansa

Il colosso quotato a Shanghai ha annunciato che acquisterà il 100% del brand della famiglia Fumagalli per una cifra di 475 milioni di euro. Pochi giorni dopo il caso Versace, un altro marchio Made in Italy passa in mani straniere

Il gruppo cinese Qingdao Haier ha comprato l’azienda di elettrodomestici Candy per 475 milioni di euro. A dare l’annuncio il gruppo quotato a Shanghai, che sottolinea che acquisirà il 100% dell'azienda dai due soci italiani. Il perfezionamento della transazione è previsto all'inizio del 2019, se supererà le varie procedure di approvazione delle autorità competenti. La società della famiglia Fumagalli è solo l'ultimo dei marchi italiani che passa in mani estere. Solo qualche giorno fa, era toccato a Versace, acquistata da Michael Kors.

Fumagalli: stile italiano integrato con Haier 

I fratelli Aldo e Beppe Fumagalli, attuali presidente e ad di Candy, hanno commentato: "Siamo felici di entrare in Haier. Qingdao Haier e Candy Group condividono la stessa visione, che è quella di continuare a migliorare la qualità della vita delle famiglie. Crediamo che la capacità di innovazione, tecnologia e design unite allo stile italiano di Candy si integreranno perfettamente con il modello operativo di Qingdao Haier. I due hanno spiegato che "Haier investirà 475 milioni di euro per accelerare ulteriormente la propria crescita nel mercato europeo". Dopo il perfezionamento dell'operazione, Haier stabilirà a Brugherio (Monza), in Italia, il proprio quartiere generale europeo e continuerà a investire in Candy per aumentarne la competitività in Europa e a livello globale. I Consigli di Amministrazione di entrambe le società hanno dato parere favorevole all'operazione.

Sindacati preoccupati per dipendenti italiani 

I sindacati hanno espresso preoccupazione per il futuro dei circa mille lavoratori italiani della società di elettrodomestici nell'unico sito rimasto aperto nella Penisola, a Brugherio, in provincia di Monza. In azienda, sottolinea una nota della Fiom Cgil Brianza, "si è diffuso un clima di grande apprensione, nelle scorse settimane abbiamo chiesto spiegazioni. Ma la direzione aziendale ha negato che ci fossero, nel breve, intenzioni di vendere. Siamo molto amareggiati", ha detto Paolo Mancini, delegato sindacale della Candy di Brugherio.

Chi sono i due gruppi

Qingdao Haier, che fa parte della classifica Fortune 500, possiede sei marchi globali, Haier, GE Appliances, Fisher & Paykel, Aqua, Casarte e Leader. Nel 2017 si è posizionato per il nono anno consecutivo come maggior marchio di elettrodomestici al mondo in termini di vendite. Candy Group occupa circa 5.000 dipendenti, ha sette stabilimenti produttivi in Europa, Turchia e Cina, e 45 società controllate e uffici di rappresentanza in tutto il mondo e la sede, il centro di design, lo stabilimento centrale e la Ricerca e Sviluppo si trovano a Brugherio. Nel 2017 ha registrato ricavi per 1,6 miliardi. 

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24