Leonardo firma contratto da 2,4 miliardi di dollari con US Air Force

Economia
Fotogramma_AW139_Leonardo

La U.S. Air Force ha scelto l'elicottero MH-139, basato sull'AW139 del gruppo italiano e offerto da Boeing. Il programma prevede fino a 84 elicotteri, sistemi di addestramento e il relativo equipaggiamento per il supporto logistico

 

L'azienda aerospaziale Leonardo ha ottenuto la fornitura di 84 elicotteri da consegnare all'aviazione americana per una commessa da 2,4 miliardi di dollari. Il gruppo italiano noto anche come Leonardo-Finmeccanica, collaborerà con Boeing, contraente generale della commessa, per la costruzione degli elicotteri MH-139, realizzati a partire dal modello AW139 creato da Leonardo.

La commessa

Il contratto prevede la fornitura di 84 elicotteri, sistemi di addestramento e supporto logistico, con l'ingresso in servizio a partire dal 2021. I velivoli commissionati saranno destinati alla protezione delle basi con i missili balistici intercontinentali, il trasporto delle forze speciali e del personale governativo. Leonardo è tra le prime dieci società al mondo nel settore dell'aviazione aerospaziale. Nel 2017 ha registrato ricavi pari a 11,7 miliardi di euro.

Cos'è un AW-139

L'elicottero AW-139 costruito da Leonardo con brand Agusta Westland, è un prodotto un bi-turbina di categoria media. Si tratta di un prodotto che può assolvere a diversi compiti, ampiamente collaudato in tutto il mondo. Attualmente ci sono oltre novecento velivoli di questo tipo in attività in tutto il mondo; di questi, 260 sono stati assemblati nello stabilimento Leonardo di Philadelphia. "Siamo pronti a lavorare con Boeing e siamo impegnati a far fronte alle sue aspettative, a quelle del Governo e dei contribuenti americani - spiega William Hunt, responsabile dello stabilimento americano del gruppo -. Leonardo ha fatto investimenti per oltre 120 milioni di dollari in questo stabilimento e siamo quindi pronti a dare esecuzione del contratto".

Un risparmio da 1 miliardo di dollari

Gli 84 elicotteri commissionati andranno a sostituire la flotta ormai obsoleta degli UH-1N "Huey" dell'Us Air Force. Grazie alle tecnologie installate sugli AW-139, la flotta americana otterrà elevate prestazioni di volo, generando un risparmio complessivo di 1 miliardo di dollari nella fornitura e in tutto il ciclo di vita operativo.

"Straordinario risultato"

L'amministratore delegato di Leonardo Alessandro Profumo ha commentato la notizia, affermando che si tratta di uno "straordinario risultato", "per noi motivo di grande orgoglio". "La scelta fatta dalla U.S. Air Force è un forte riconoscimento della qualità e della competitività del nostro prodotto, punto di riferimento per il mercato mondiale, per soddisfare tutti i requisiti operativi anche dei clienti più esigenti" mette in evidenza Gian Piero Cutillo, responsabile della divisione elicotteri.

Economia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24