Walmart sfida Amazon sulla sanità provando ad acquistare Humana

Walmart ha un valore di mercato di circa 260 miliardi di dollari e 1.5 milioni di dipendenti
2' di lettura

Il più grande rivenditore al mondo ha aperto le trattative preliminari per acquistare una società di assicurazioni mediche che vanta un valore di mercato di oltre 37 miliardi di dollari. L’operazione segue la strada intrapresa da qualche tempo dall’azienda di Jeff Bezos

Walmart, multinazionale statunitense proprietaria dell'omonima catena di negozi al dettaglio, continua a diversificare il suo business e lancia la sfida ad Amazon sul terreno della sanità. La società fondata da Sam Walton, secondo il Wall Street Journal, ha aperto le trattative preliminari per acquistare Humana, una società di assicurazioni mediche che vanta un valore di mercato di oltre 37 miliardi di dollari (circa 30 miliardi di euro).

Operazione per "ridurre i costi" aziendali

Walmart, oltre ad essere il più grande rivenditore al mondo, nel tempo è diventato anche un importante operatore di farmacie e nel complesso ha un valore di mercato di circa 260 miliardi di dollari (circa 211 miliardi di euro). Impero economico che solo negli Stati Uniti conta 1,5 milioni di dipendenti. "Acquisire Humana – secondo quanto ha dichiarato alla Cnn Larry Levitt, vicepresidente della Kaiser Family Foundation, un centro di ricerca sull'assistenza sanitaria - potrebbe aiutare Walmart ad avere maggiore influenza nel settore sanitario", riuscendo a ridurre i costi aziendali per quanto riguarda la forza lavoro.

Sulle orme di Amazon, Berkshire Hathaway e JPMorgan

Walmart non è il primo colosso statunitense che decide di investire in questo mercato. Lo scorso gennaio, Amazon, Berkshire Hathaway e JPMorgan hanno annunciato l’istituzione di una joint venture per ridurre i costi del sistema sanitario americano e migliorare la qualità delle prestazioni tramite le tecnologie. Nel comunicato, con il quale hanno dato l’annuncio della collaborazione, le tre società scrivono: "mettiamo a disposizione, in un impegno a lungo termine, le nostre competenze complementari e di scala". L’obiettivo, spiegano i tre colossi, è fornire ai dipendenti e alle loro famiglie "un'assistenza sanitaria semplificata, di alta qualità, trasparente e a un costo ragionevole". 

Leggi tutto
Prossimo articolo