Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Crisi borse, crollo dei listini in Medioriente

1' di lettura

Tel Aviv ha dovuto ritardare di tre quarti d'ora l'avvio degli scambi per poi perdere oltre il 9 per cento, male in Qatar e Oman. Dubai a -5,4 per cento e il governo degli Emirati Arabi annuncia la decisione di garantire i depositi i prestiti interbancari

Quasi tutti i listini dei mercati asiatici hanno chiuso in negativo. Tel Aviv ha dovuto ritardare di tre quarti d'ora l'avvio degli scambi per i ribassi registrati dai suoi indici. La borsa di Dubai è crollata a -5,4 per cento, nonostante la mossa del governo degli Emirati Arabi: prima monarchia petrolifera del Golfo ad annunciare la decisione di garantire i depositi i prestiti interbancari. Tonfi anche per le borse del Qatar e dell'Oman -7,2 e -5,7 per cento. Negativi Abu Dhabi e Amman. L'unica a salvarsi Riad dopo il taglio dei tassi di mezzo punto percentuale deciso dalla banca Centrale.

Leggi tutto
Prossimo articolo