Maltempo in Toscana, nubifragio a Firenze: alberi caduti e case allagate

Cronaca
Twitter @ProtcivURLS

Violenti temporali a Ferragosto hanno lasciato danni: case e scantinati allagati, danni ad automobili e moto. Allagamenti anche a Prato, Arezzo, Pistoia e Siena

ascolta articolo

Ieri, nel giorno di Ferragosto, il maltempo ha colpito la Toscana e un violento nubifragio ha colpito la zona di Firenze: Bagno a Ripoli, Grassina e a Antella nella notte di lunedì 15 agosto sono rimaste allagate. Oggi si registrano i danni: case, scantinati e garage allagati, automobili e motorini travolti dall'acqua e dal fango. Il maltempo ha travolto anche le città di Prato, Arezzo, Pistoia e Siena. "Ho chiesto a Regione Toscana e Città Metropolitana di Firenze l'attivazione dello stato di emergenza", ha affermato questa mattina su Facebook il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini. Il primo cittadino ha spiegato che "a seguito del violentissimo nubifragio che si è abbattuto questa notte sul territorio di Bagno a Ripoli, in particolare nelle località di Grassina, Antella e Capannuccia, si stanno verificando mancanze di corrente elettrica e fornitura di acqua che saranno ripristinate nel più breve tempo possibile". Il sistema di protezione civile è stato immediatamente attivato.

I danni a Firenze

leggi anche

Maltempo a Latina, tromba d'aria nella notte: danni ingenti

Il nubifragio si è abbattuto sul capoluogo toscano nella serata di ieri. Sulla città e in provincia sono caduti circa 40 millimetri di pioggia che hanno riempito l'Arno dopo mesi di siccità. I vigili del fuoco di Firenze hanno ricevuto numerose chiamate con richieste di intervento, in particolare da persone rimaste bloccate in auto. Nella provincia di Firenze, nella zona di Empoli, si segnalano danni in particolare a Stabbia di Cerreto Guidi dove sono caduti alberi e ci sono danni ad alcune abitazioni. Inoltre i temporali hanno creato problemi di collegamento tra l'area di Empoli e la Val di Nievole per l'allagamento della via Francesca Nord, strada extraurbana che unisce gli abitati della Toscana Centrale. Sono stati attivati interventi di vigili del fuoco con il supporto di personale delle associazioni del volontariato di protezione civile. "Bomba d’acqua a Firenze. La perturbazione si sta progressivamente riducendo. 4 pattuglie della protezione civile stanno monitorando le zone del torrente Ema che è fuoriuscito dall’alveo in alcuni tratti", ha scritto su Twitter il sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Danni anche a Prato, Pistoia e Arezzo

leggi anche

Maltempo in Campania, nubifragio a Napoli: grandine e strade allagate

Il nubifragio ha interessato anche Prato, Pistoia e Arezzo. Fulmini e pioggia ma con minore intensità anche a Lucca e in Versilia. Il maltempo ha avuto ripercussioni anche sul traffico autostradale: il traffico è stato piuttosto sostenuto per il rientro verso Firenze dal mare anche in tarda sera. Stessa situazione sulla Firenze-Pisa-Livorno. "Ho fatto il punto sul violento nubifragio che ha colpito in modo particolare Grassina e Antella, Bagno a Ripoli. Una tempesta d'acqua che ha portato in meno di un'ora alla piena del fiume Ema". Lo scrive sui social il presidente della regione Toscana Eugenio Giani aggiungendo che "da tutta la notte il sistema di protezione civile della Toscana lavora senza sosta con operatori e volontari su centinaia di interventi e allagamenti. Diverse strade sono ancora occupate dal fango e sono in corso le verifiche dei danni alle abitazioni".

Cronaca: i più letti