Morte Piero Angela, Mattarella: Repubblica gli è riconoscente. Draghi: ha unito il Paese

Cronaca
©Getty

Il Capo dello Stato ha espresso le sue condoglianze e la sua vicinanza alla famiglia. "Scompare un grande italiano e provo grande dolore", ha dichiarato Mattarella. Il Presidente del Consiglio Draghi: "Piero Angela ha reso l'Italia un Paese migliore"

ascolta articolo

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha espresso il suo “dolore per la morte di Piero Angela, intellettuale raffinato, giornalista e scrittore che ha segnato in misura indimenticabile la storia della televisione in Italia. Con le sue parole ha “avvicinato" fasce sempre più ampie di pubblico al mondo della cultura e della scienza, promuovendone la diffusione in modo autorevole e coinvolgente.

Condoglianze alla famiglia

approfondimento

Addio a Piero Angela, il pioniere della divulgazione scientifica in tv

“Esprimo le mie condoglianze più sentite e la mia vicinanza alla sua famiglia, sottolineando che scompare un grande italiano cui la Repubblica è riconoscente", ha concluso il Mattarella.    

Draghi: Angela un grande italiano che ha unito il Paese

Sulla scomparsa di Piero Angela è intervenuto anche il Presidente del Consiglio. "L'Italia è profondamente grata a Piero Angela. È stato maestro della divulgazione scientifica, capace di entrare nelle case di generazioni di italiani con intelligenza, garbo, simpatia. Le sue trasmissioni e i suoi saggi hanno reso la scienza e il metodo scientifico chiari e fruibili da tutti. Il suo impegno civile contro le pseudoscienze è stato un presidio fondamentale per il bene comune, ha reso l'Italia un Paese migliore".

 

 

Casellati: l'Italia gli deve tanto 

leggi anche

Piero Angela, un mese fa la commozione in tv: "Io in Rai da 70 anni"

Anche la presidente  del Senato Elisabetta Casellati ha voluto esprimere il suo cordoglio per la scomparsa di Angela. "L'Italia - si legge nel suo messaggio - deve tanto a Piero Angela, giornalista, amato conduttore televisivo e vero maestro di vita per intere generazioni. Ha diffuso conoscenza e stimolato la curiosità tra giovani e adulti, formando cittadini migliori, consapevoli degli straordinari segreti della natura e della scienza. La mia vicinanza ai suoi familiari". 

Cronaca: i più letti