Frana in val Ferret, danni a acquedotto: Courmayeur senz'acqua

Cronaca

"Purtroppo - ha detto il sindaco, Roberto Rota - i danni sono importanti. Stiamo lavorando, e continueremo a farlo giorno e notte. Ma tra poche ore il paese sarà senza acqua”

ascolta articolo

Emergenza idrica in Val Ferret dopo il danneggiamento dell'acquedotto in seguito alla frana. E se tre frazioni (La Palud, Entrèves e il Villair) sono senz'acqua già da ieri, tra poche ore anche Courmayeur rischia di fare la stessa fine. "Purtroppo - ha detto il sindaco, Roberto Rota - i danni sull'acquedotto sono importanti. Stiamo lavorando, e continueremo a farlo giorno e notte. Ma tra poche ore il paese sarà senza acqua. Abbiamo organizzato due punti di distribuzione per i cittadini, che continueranno anche domani. La situazione è critica, anche perché in questi giorni la popolazione è passata da 2.700 residenti a quasi 30mila".

Serviranno almeno due giorni per la riparazione 

approfondimento

Ladri di acqua, una miriade di gestori governa la rete idrica

 

Le previsioni per poter ripristinare l'acquedotto sono di due, massimo tre giorni. L'amministrazione intanto chiede ai cittadini di razionare l'acqua. "La colata detritica è importante - spiega Valerio Segor, tecnico regionale - ed è di decine di migliaia di metri cubi di materiale. I massi hanno danneggiato anche il ponte, spostandone l'impalcato. Domani mattina inizieranno anche i lavori di pulizia dell'alveo, altrettanto indispensabili". Dalle 17 di oggi intanto la val Ferret non è più isolata. Lo ha annunciato il sindaco, facendo il punto sulle due frane cadute ieri sera e che hanno invaso la strada che porta alla val Ferret. "I nostri operai - spiega - hanno lavorato tutto il giorno per cercare di creare un corridoio per il deflusso delle persone che erano rimaste bloccate in val Ferret. Sarà percorribile solo per le emergenze e per consentire che le persone si possano spostare''. Per tutta la giornata, i soccorritori hanno evacuato i turisti rimasti bloccati da ieri sera, che hanno trascorso la notte ospiti di bar, alberghi, ristoranti e proprietari di casa. 

Gli albergatori di Courmayer: situazione critica 

vedi anche

Dal Carso a Sassari, un'altra giornata di incendi in Italia. FOTO

"La situazione non è semplice, anzi è decisamente critica. C'è già chi ha disdetto, e chi è partito prima". Commenta così Stefano Cavalieri, presidente degli albergatori di Courmayeur, il rischio che la città da qui a domani mattina rimanga senza acqua a causa dei danni provocati dalla frana caduta in val Ferret all'acquedotto comunale. "Per garantire l'acqua potabile abbiamo comprato bottigliette d'acqua al supermercato, abbiamo chiuso almeno per stasera la brasserie, e tolto i primi dal menù. Tutti stanno facendo quello che possono e non è colpa di nessuno, ma la situazione è critica. Speriamo si risolva in pochi giorni. Altro problema serio rimangono le toilette, i bagni". Alcuni ristoratori garantiscono il servizio, ma senza l'accesso ai bagni e lavorano solo con le stoviglie di carta e di plastica.

La frana in Val Ferret, 06 agosto 2022.
ANSA/UFFICIO STAMPA COMUNE DI COURMAYEUR
+++ ANSA PROVIDES ACCESS TO THIS HANDOUT PHOTO TO BE USED SOLELY TO ILLUSTRATE NEWS REPORTING OR COMMENTARY ON THE FACTS OR EVENTS DEPICTED IN THIS IMAGE; NO ARCHIVING; NO LICENSING +++

Cronaca: i più letti