Tragedia sulla Marmolada, il premier Mario Draghi: "Profondo cordoglio per le vittime"

Cronaca
©Ansa

Il crollo di un enorme seracco sulle Dolomiti ha causato vittime, feriti e dispersi: il bilancio è ancora provvisorio. Numerosi i messaggi arrivati dal mondo politico. Gelmini: “Tragedia immane”. D’Incà: “Addolorato, mio pensiero va alle famiglie delle vittime”. Salvini: “Una preghiera e un abbraccio a chi scava”. Toti: “Liguria vicina a comunità coinvolte”

ascolta articolo

La tragedia sulla Marmolada (LE FOTO), dove il crollo di un enorme seracco ha causato vittime, feriti e dispersi (il bilancio è ancora provvisorio), sta suscitando molte reazioni di cordoglio, anche dal mondo politico. Il presidente del Consiglio Mario Draghi, tramite una nota di Palazzo Chigi, "esprime il più profondo cordoglio per le vittime del terribile crollo sulla Marmolada. Il governo è vicino alle loro famiglie e a tutti i feriti". Il premier è costantemente informato sull'andamento dei soccorsi dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, dal Presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, dal soccorso alpino, dai vigili del fuoco, dalle autorità locali, che "ringrazia per il loro incessante lavoro". Anche la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati ha affermato: "Sono profondamente addolorata per la tragedia della Marmolada. Ai familiari delle vittime e a tutte le persone coinvolte la mia vicinanza. Seguo con grande apprensione la ricerca dei dispersi. Un ringraziamento di cuore ai soccorritori per il lavoro incessante di queste ore" (IL VIDEO DEL CROLLO - I PARERI DEGLI ESPERTI).

Il cordoglio dei ministri

vedi anche

Tragedia sulla Marmolada, i momenti del distacco del seracco. VIDEO

Mariastella Gelmini, ministra per gli Affari regionali e le autonomie, in un post su Twitter ha scritto: “Morti, feriti, dispersi. Sulla Marmolada si stacca un enorme seracco di ghiaccio, e la valanga che ne consegue travolge qualsiasi cosa. Una tragedia immane. Cordoglio alle famiglie delle vittime, vicinanza ai territori coinvolti. Un plauso ai soccorritori per loro prezioso operato”. Il ministro per i rapporti con il Parlamento, Federico D’Incà, ha invece detto: "Sono addolorato per la tragedia che si è verificata oggi sulla Marmolada. Il mio pensiero va alle famiglie delle vittime di questo tragico evento. Ringrazio il Soccorso Alpino, le unità cinofile e tutti gli operatori presenti sul posto impegnati nella ricerca dei dispersi"

Salvini: una preghiera e un abbraccio a chi scava 

leggi anche

Dolomiti, crolla seracco sulla Marmolada: almeno 6 morti e 8 feriti

Anche il leader della Lega, Matteo Salvini, ha affidato a un post su Twitter il suo messaggio di cordoglio: "Una preghiera e un abbraccio a chi sta scavando nel ghiaccio per salvare vite”, ha scritto. Invece il presidente della Liguria e di Italia al Centro, Giovanni Toti, ha detto: "Seguiamo con sgomento le notizie che arrivano dalla Marmolada. La Liguria è vicina alle comunità coinvolte: una preghiera per le vittime e per i feriti e grazie al Soccorso Alpino, alle unità cinofile e a tutti i soccorritori che in queste ore stanno lavorando senza sosta per salvare più vite possibile".

Zaia: Veneto in campo con tutte le forze 

"Quanto è successo oggi sulla Marmolada è una tragedia che ci tocca tutti e che ci colpisce profondamente”, ha affermato il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia. "La macchina della Regione Veneto è intervenuta con tutti i mezzi, gli operatori e i volontari possibili per portare in salvo i feriti, alcuni dei quali sono stati trasportati e presi in carico dalle nostre strutture ospedaliere. Continuo a seguire gli sviluppi di un incidente che si fa fatica ad accettare e a comprendere. Siamo vicini ai famigliari delle vittime di questa terribile domenica sulla Regina delle Dolomiti”.

Cronaca: i più letti