Pietrasanta, raid di baby gang razzista contro un migrante

Cronaca
©Ansa

L'aggressione è avvenuta in un parco pubblico della cittadina in provincia di Lucca ai danni di un 29enne migrante del Gambia affetto da disabilità psichica

ascolta articolo

In sei si sono accaniti con calci, pugni e insulti razziali contro un 29enne migrante originario del Gambia affetto da disabilità psichica. L’aggressione è avvenuta in un parco pubblico di Pietrasanta, in provincia di Lucca. Per i sei , cinque dei quali sono minorenni, è scattata una denuncia per lesioni aggravate dai motivi abietti e dall'odio razziale. Questa mattina sono stati perquisiti nelle abitazioni dove vivono con i genitori. Sequestrati dai carabinieri gli indumenti utilizzati durante l'aggressione, i cellulari, alcuni grammi di hashish e marijuana, una mazza da baseball,

manoscritti inneggianti alla violenza e contro i carabinieri. 

Il video sui social

approfondimento

Baby gang al femminile terrorizzava le ragazzine, 10 indagate a Siena

La violenza è stata ripresa con gli smartphone e il video è stato poi postato sui social. Nelle immagini si vedono diversi ragazzi picchiare il 29enne, che urla più volte per i colpi ricevuti. Altri ragazzi si rivolgono invece ai picchiatori urlando 'basta'.  Tra le accuse è scattata anche quella di diffamazione in concorso proprio per aver ripreso in video l'aggressione e aver condiviso sui social le immagini, una condotta, spiegano i carabinieri, che lede la reputazione e la dignità umana della vittima dell'aggressione. 

Cronaca: i più letti