Natale, Codacons: è boom di app e siti dove vendere doni “sgraditi”

Cronaca

Secondo l’Associazione dei consumatori il 25% dei regali finisce riciclato grazie alla tecnologia

Non tutti i regali sono graditi. Prova ne è che il 25% di questo Natale finirà riciclato. A segnalarlo il Codacons che in Italia registra un boom nel ricorso ad app, social network e siti di e-commerce dove i doni meno graditi trovano una “nuova vita”.

Le possibilità date dalla tecnologia

approfondimento

Black Friday 2021, gli italiani spenderanno online 1,8 miliardi

La tecnologia ha modificato radicalmente le abitudini degli italiani - spiega il Codacons - se prima i regali i meno azzeccati o sgraditi finivano sul fondo di un armadio o venivano riciclati o parenti o amici, oggi possono essere "monetizzati" attraverso piattaforme e app nate proprio allo scopo di vendere capi di abbigliamento accessori o prodotti inutilizzati.

Le cifre del Codacons

Dicevamo dunque che il 25% circa dei regali scambiati durante questo Natale è finito nel girone del riciclo: di questi la metà (il 50% circa) viene regalato ad amici e parenti, mentre il 17% dei regali sgraditi o sbagliati sarà restituito in negozio e sostituito con altri prodotti o con buoni acquisto.

Cresce la quota di chi tenterà di vendere i doni ricevuti: quest'anno il 33% dei regali riciclati sarà piazzato attraverso le nuove applicazioni i social network e le tradizionali piattaforme di e-commerce nate proprio per aiutare i consumatori a disfarsi di beni che non usano, trasformando così un regalo sbagliato in una occasione di guadagno. Insomma una seconda possibilità di “salvare” il Natale.

Cronaca: i più letti