Magrini (Aifa) a Sky TG24: importante vaccinare bimbi, sicurezza ampia

Cronaca

"Per gli adolescenti il vaccino ha avuto un discreto successo”, ha detto il direttore generale dell’Aifa a Sky TG24, ospite di e-Venti, aggiungendo: "Con terza dose ci aspettiamo un netto rallentamento della pandemia"

“E’ importante vaccinare i bambini, possono avere un netto beneficio come le altre fasce di età. Il vaccino poi è in grado di abbattere completamente i ricoveri. Per gli adolescenti il vaccino ha avuto un discreto successo”. Lo ha detto Nicola Magrini, direttore generale dell’Aifa a Sky TG24, ospite di e-Venti, precisando che non ci sono state reazioni gravi nei primi vaccinati, i 3,3 milioni esaminati sono molto confortanti dal punto di vista delle reazioni segnalate. “Le miocarditi sono un effetto rarissimo e il rischio è notevolmente superiore nel caso si prenda il Covid. La sicurezza è ampia, i bimbi tollerano molto bene le vaccinazioni”.  “E’ importante vaccinare i bambini perché possono avere un vantaggio soprattutto in termini di capacità preventiva evitando i ricoveri che in un certo numero anche nei bambini possono verificarsi e il vaccino è in grado di abbatterli completamente. Il dato di tranquillità che dobbiamo dare riguarda i confronti fatti con le età più vicine, cioè gli adolescenti per i quali il vaccino ha avuto un discreto successo di adesione. La maggiore preoccupazione per i bambini rispetto agli adolescenti a mio avviso non ci deve essere. Le vaccinazioni nei bambini hanno promosso cambiamenti straordinari nella salute complessiva. e lo studio registrativo fatto è di ampie dimensioni anche maggiore di quelli fatti per le età precedenti”. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

"Con terza dose rallenamento pandemia"

approfondimento

Vaccino ai bambini, Cartabellotta a Sky TG24: "È sicuro ed efficace"

“Anche di fronte a questa preoccupante variante la situazione italiana è migliore, sia per le vaccinazioni che per i comportamenti e la terza dose comporta una rallentamento dell’epidemia”, ha aggiunto. “I dati intanto sembrano confermare che la variante Omicron sia di rapida espansione ma c’è motivo di credere che possa essere meno aggressiva”, ed infine, ha detto, la vaccinazione eterologa “va vista con tranquillità e sicurezza”.

"Da marzo situazione migliora"

approfondimento

Speranza: “Con richiami protetti contro Omicron. Vaccinerò miei figli”

“Se guardiamo a due anni è ipotizzabile si possa fare un richiamo annuale, ma quello che succederà ogni semestre dipenderà dalla capacità vaccinale nel mondo intero e noi dobbiamo investire in questa capacità vaccinale. La terza dose è stata anticipata per rafforzare una misura protettiva, per marzo o per l’estate prossima siamo portati a pensare che potremo avere una prospettiva migliore, senza essere completamente liberi, ma più in uscita da questa pandemia. Questa è un’ipotesi seria”, ha concluso l'ospite di e-Venti.

Cronaca: i più letti