Covid, Guido Rasi a Sky TG24: "La variante inglese è coperta dai vaccini"

Cronaca

Il microbiologo ed ex direttore dell'Ema sulla prevalenza della mutazione britannica: "È una brutta notizia per ospedalizzazioni e mortalità ma risponde ai vaccini". Su quella sudafricana e brasiliana "massima allerta ma non c'è un nuovo virus"

L’altissima prevalenza della variante inglese nei contagi, come emerso da un report dell’Iss, “è una brutta notizia per le ospedalizzazioni e purtroppo sulla mortalità, ma se riusciamo come sembra a ingranare con le vaccinazioni non è così brutta notizia, visto che questa variante risponde ai vaccini”. Lo dice a Sky TG24 Guido Rasi, microbiologo ed ex direttore esecutivo dell'Ema, l'agenzia europea per i medicinali (COVID, AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

"Vaccini meno efficaci su varianti sudafricana e brasiliana, ma non c'è nuovo virus"

vedi anche

Varianti Covid in Italia: ecco la situazione regione per regione

“Bisogna stare attenti alle varianti sudafricana e brasiliana, verso le quali i vaccini sembrano meno efficaci”, sottolinea poi Rasi. Per cui "massima allerta ma non c'è un nuovo virus". Rasi ricorda che poi la partita oggi si gioca sulle vaccinazioni e che con "18-20 milioni di vaccinati le cose cambiano".

"Decisione Germania su AstraZeneca non corretta"

La decisione della Germania di sospendere il vaccino AstraZeneca per gli under 60, secondo Rasi “non è corretta, toccherebbe ad Ema. Ho perplessità su come si sta muovendo la Germania”, spiega l’ex direttore dell’agenzia europea dei farmaci.

Cronaca: i più letti