Covid-19, quanto sono affidabili i tamponi rapidi?

Cronaca

Paola Baruffi

Potrebbero sbagliare 6 volte su 10. I test acquistati dal Commissario per l’Emergenza Domenico Arcuri, secondo uno studio pubblicato su un’importante rivista scientifica hanno un’affidabilità molto bassa. Sono costati più di 32 milioni di euro. Guarda il nostro video

Il test si chiama Biocredit Covid 19 Ag è di fabbricazione coreana ed è stato acquistato con regolare bando dal Commissario per l’Emergenza Covid in circa 10milioni di pezzi.  Uno studio, pubblicato su un’importante rivista scientifica, il Journal of Clinical Virology, dimostra che la sensibilità del test  BIOCREDIT COVID 19 AG si attesta tra l’11,1% e il 45,7%. (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA - LO SPECIALE).

Sei falsi negativi su 10

approfondimento

Covid, il piano Arcuri per il vaccino Pfizer: prima ad ospedali ed Rsa

Significa che ogni 10 persone certamente affette da Covid, il test ne individua al massimo 4. Per i tamponi rapidi non esistono al momento molti dati scientifici che ne permettano la valutazione, ma questo ha delle performance piuttosto basse rispetto ad altri dispositivi presenti sul mercato. Poiché le regole attualmente in vigore attestano che un test antigenico negativo certifica la negatività del soggetto significa che, testando i malati con questo tampone, le possibilità che molte persone affette da virus possano circolare -almeno secondo questo autorevole studio- è molto alta.

Il bando

approfondimento

Coronavirus, a che punto siamo con i test fai da te

Dal bando pubblicato sul sito della Presidenza del Consiglio apprendiamo che tra i requisiti minimi dei test ci debba essere un’approvazione da parte di “agenzie regolatorie nazionali o internazionali che diano sufficienti garanzie di affidabilità” oppure che sia stato "già validato da un laboratorio accreditato del nostro Paese”.  Abbiamo chiesto a Invitalia dove questi documenti di validazione siano consultabili ma non abbiamo ricevuto risposta. L’unica documentazione disponibile è quella fornita dall’azienda che li produce che ne attesta una sensibilità superiore al 90%. 

Oltre 32milioni di euro

In tutto il bando ne ha assegnati 10milioni. I primi 5milioni test sono stati acquistati al prezzo ribassato di 3,05 euro l’uno. Altri 5 milioni a 3,50 euro. Per un totale di 32.750.000 euro.

Qui la risposta del produttore e del Commissario per l'Emergenza

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24