È morta Jole Santelli, la presidente della regione Calabria

Cronaca

Era stata eletta a febbraio governatrice con il centrodestra. Avrebbe avuto un malore. Lottava da tempo contro un tumore

È morta la governatrice della Calabria Jole Santelli. Era stata eletta il 15 febbraio presidente della Regione, appoggiata dalla coalizione di centrodestra. Secondo quanto si è appreso avrebbe avuto un malore. Da anni lottava contro un tumore (LA FOTOSTORIA).

La neo eletta presidente della Regione Calabria Jole Santelli durante la conferenza stampa per presentare la nomina del Capitano Ultimo ad assessore con delega alla Tutela dell Ambiente nella giunta della Regione Calabria, Camera dei Deputati, Roma, 18 febbraio 2020. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Avrebbe avuto un malore

approfondimento

È morta la presidente della Calabria Jole Santelli. FOTOSTORIA

Santelli è deceduta la notte scorsa nella sua abitazione, a Cosenza. La notizia è stata confermata dal sindaco di Cosenza Mario Occhiuto da persone a lei vicine. Fino a ieri aveva avuto incontri politici a Cosenza. Prima donna presidente della Regione Calabria, la Santelli era stata proclamata governatrice il 15 febbraio 2020.

La carriera politica

approfondimento

Calabria, vice presidente Spirlì al potere fino a nuove elezioni

Jole Santelli, di Forza Italia, prima di diventare presidente della Regione è stata deputata. La prima elezione alla Camera è avvenuta nel 2001. È stata anche sottosegretaria al ministero della Giustizia dal 2001 al 2006 nei governi Berlusconi II e III, e sottosegretaria al ministero del Lavoro e delle Politiche sociali da maggio a dicembre 2013 nel Governo Letta.  Laureata all'università La Sapienza di Roma, era iscritta a Forza Italia dal 1994.

Il cordoglio

Tutto il mondo politico si stringe intorno alla famiglia di Jole Santelli, a partire dai colleghi presidenti di Regione. "Atterriti, stupiti e affranti", ha detto Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli-Venezia Giulia. Nello Musumeci, presidente della Regione Sicilia, la descrive come una "donna appassionata e coraggiosa, qualità che hanno caratterizzato il suo percorso politico, ricco di successi e la sua intima lotta contro una malattia subdola e letale". Michele Emiliano, governatore della Puglia, spiega di essere "sconvolto da questa notizia che coglie impreparati. Abbiamo lavorato fianco a fianco in tutti questi mesi. Ci siamo conosciuti, stimati. Abbiamo collaborato sempre. E siamo diventati amici". "Ho sempre apprezzato la sua visione razionale, costruttiva e quel modo di porgere le sue tesi sempre elegante ma deciso", dice il presidente della Lombardia Attilio Fontana.

Il ministro degli Affari regionali Boccia: "Sconvolto"

"Sono sconvolto dalla scomparsa di Jole, cara amica e rappresentante straordinaria e appassionata del Sud. Ci siamo confrontati anche con determinazione ma senza far mancare mai il rispetto reciproco. Non posso credere di non poterla più vedere al nostro tavolo". Sono le parole del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia che - informa una nota - ha sentito al telefono il vicepresidente della Regione Calabria Antonino Spirlì, al quale ha trasmesso il cordoglio sentito di tutto il governo. Per rispetto della morte di Jole Santelli, la seduta della Conferenza Stato-Regioni prevista per oggi, 15 ottobre, è stata rinviata. "Una donna

forte, che non si è tirata indietro neanche un attimo nonostante la malattia. Sono vicino alla famiglia", scrive il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri.

Cronaca: i più letti