Acqua alta a Venezia, bloccata dalle paratoie del Mose per la seconda volta

Cronaca

Per le operazioni di innalzamento delle barriere, la Capitaneria aveva interdetto con un'ordinanza la navigazione in Laguna 

L'acqua alta a Venezia è stata bloccata con successo dal Mose. Per la seconda volta dal debutto del 3 ottobre, le paratoie hanno svolto il proprio dovere sbarrando il passaggio alle bocche di porto e fermando la crescita della marea in laguna. Alle barriere del Lido-San Nicolò alle 10.30 si sono registrati 135cm, in Adriatico 105 (alle 10.5), ed in laguna 65cm.  Un differenziale - secondo il Centro maree del Comune - di 70cm che, per effetto del vento di Bora, si è poi amplificato quando l'acqua dalla città lagunare è stata spinta a sud verso Chioggia tanto che a Punta della Salute, davanti a San Marco, si sono registrati poi soli 47cm. In laguna sud invece la marea è salita, alle ore 11.00, fino a 92cm ma Chioggia è rimasta comunque all'asciutto. 

Navigazione interdetta in Laguna

approfondimento

Mose: altro test con mare calmo, sollevato in 55 minuti

La Capitaneria aveva provveduto con un’ordinanza a interdire la navigazione. L’allerta acqua alta riguarda anche la giornata di domani in cui è previsto un picco massimo di marea di 120 cm.

Cronaca: i più letti