Maltempo, settimo cadavere trovato in mare in Liguria. Crolla un campanile in Piemonte

Cronaca
©Ansa

Il corpo di un uomo è affiorato sulla scogliera della Brezza. L'ondata di piogge e temporali ha devastato la val Roya, e sul posto è presente la guardia costiera. I morti potrebbero essere tra i dispersi segnalati in Francia. A Baiardo si ribalta sottostrada un escavatore impegnato nella pulizia dei detriti: due vittime. Il presidente della Liguria Toti chiede lo stato di calamità. Disagi nell'Alessandrino, dove è caduto un campanile di una chiesa del XV secolo

Un settimo cadavere è stato ritrovato nel Ponente ligure dopo l'ondata di maltempo. Si tratta di un corpo di un uomo affiorato sulla scogliera della Brezza. Sul posto, per il recupero della salma, capitaneria di porto e polizia. Intanto il presidente della Liguria Giovanni Toti, ospite ad Agorà su Rai Tre, ha confermato di aver chiesto lo stato di calamità e aggiunto: "Mi auguro, ho sentito diversi ministri in queste ore, che già nel Consiglio dei ministri di questa sera alle 21 venga ovviamente approvato". Nell'Alessandrino, in Piemonte, è crollato il campanile di una chiesa (LE PREVISIONI).

I corpi ritrovati in mare in Liguria

leggi anche

Maltempo, in Liguria recuperati cinque cadaveri

Oltre al cadavere affiorato sulla scogliera della Brezza e il corpo della donna trovato al largo di Borgo Primo, a Imperia, altri cinque corpi di uomini sono stati precedentemente rinvenuti a Sanremo, nel fiume Roya a Ventimiglia e a Santo Stefano Al Mare (Imperia). In Liguria non risultano dispersi. I morti dovrebbero essere tra i dispersi segnalati in Francia.

Escavatore finisce sottostrada, due morti nell'Imperiese

A Baiardo, poco distante da Passo Ghimbegna, nell'Imperiese, si è ribaltato sottostrada un escavatore impegnato nella pulizia dei detriti finiti sulla Provinciale dopo il maltempo. Due le vittime dell'incidente: si tratta del conducente del mezzo (un operaio di 47 anni di Molini di Triora) e di un'altra persona che è ancora in corso di identificazione. Non è escluso che si tratti di un passante, trascinato giù dal mezzo, o di un altro operaio.

Toti: 5-6 giorni per riparare la strada di accesso al borgo Triora

leggi anche

Il maltempo devasta il Nordovest: danni ingenti in Liguria e Piemonte

Il maltempo ha provocato una frana che ha isolato il borgo di Triora in provincia d’Imperia. Il presidente Toti ha detto che serviranno "almeno cinque-sei giorni" per riparare la strada d'accesso all'unica località della Liguria rimasta isolata. "Stiamo recuperando la viabilità principale e in alcuni punti anche la secondaria, credo che nelle prossime ore la maggior parte dei problemi in Liguria sarà risolta”, ha aggiunto.

Crollato il campanile della chiesa di San Biagio

leggi anche

Maltempo Piemonte, crolla campanile nell’Alessandrino: nessun ferito

Le forti piogge nell’Alessandrino, in Piemonte, hanno provocato anche il crollo del campanile della chiesa sconsacrata di San Biagio, nel centro di Lu Monferrato. Il piccolo gioiello architettonico, appendice della chiesa risalente al Quindicesimo secolo, è collassato nella serata del 4 ottobre, alcune ore dopo che l'area era stata transennata in seguito alla caduta di alcuni calcinacci. Nessuno è rimasto ferito perché la zona era stata isolata. I calcinacci del campanile, nel crollo, hanno danneggiato il tetto e il balcone di una casa vicina, ma non è stato necessario effettuare sgomberi.

Cronaca: i più letti