È morto Carlo Flamigni, luminare della fecondazione assistita

Cronaca
©Ansa

Il medico e ginecologo è deceduto a 87 anni. È stato una figura di riferimento in Italia e all'estero sulle tecniche di procreazione assistita e sulla fertilità

Carlo Flamigni, luminare della fecondazione assistita, è morto a 87 anni. Medico, ginecologo e scrittore, è stato una figura di riferimento in Italia e all'estero sulle tecniche di procreazione assistita e sulla fertilità. Ad annunciare il decesso dello specialista è il figlio Carlo Andrea su Facebook. "Ciao papà, speravo che questo momento non arrivasse mai - ha scritto - il dolore è grande almeno quanto il bene che ti ho voluto... ma un giorno ci rivedremo prof".

La carriera di Flamigni

leggi anche

Usa, bimba nata da un embrione congelato 25 anni fa

Flamigni è ritenuto fra i massimi esperti mondiali di fecondazione assistita. Il medico, durante la sua attività, ha preso parte al dibattito che si era sviluppato in Italia ai tempi dell'approvazione della legge 40 del 2004 che ha introdotto l'uso di queste tecniche nel nostro Paese, e nel successivo lavoro per modificarla. Nato a Forlì il 4 febbraio 1933, Flamigni si è laureato in Medicina e Chirurgia all'Università degli Studi di Bologna nel luglio del 1959, per poi specializzarsi in Ostetricia e Ginecologia. Docente di diversi insegnamenti presso l'Alma Mater, è stato direttore della Clinica Ostetrica e Ginecologica dell'Università degli Studi di Bologna dal novembre 1994 al dicembre 2001. 

Il ruolo nel campo della bioetica

leggi anche

Eterologa, primo ricorso alla Consulta da parte di una coppia gay

Carlo Flamigni, con oltre mille memorie originali, monografie e alcuni libri di divulgazione, ha pubblicato un'imponente produzione scientifica con numerosi articoli su vari problemi di bioetica. Dal 1990 al 1994 e dal 1999 al 2004 è stato inoltre Presidente della SIFES - Società Italiana di Fertilità e Sterilità e Medicina della Riproduzione. Già membro anche del Comitato Nazionale per la Bioetica. Da dicembre 2015 era anche membro del Comitato Etico Università Statale di Milano ed esperto esterno della Fondazione Veronesi. Tra i temi di ricerca degli ultimi anni di attività del medico ci sono la contraccezione maschile, le tecniche di fecondazione assistita, i problemi della bioetica e dell'etica medica. 

Cronaca: i più letti