Chi era Max Conteddu, il poeta sardo che raccontava sui social la lotta contro la malattia

Cronaca

Originario della Sardegna, è morto a Sinicola. Lo scorso anno aveva scoperto di avere un tumore al cervello e l'aveva raccontato su Twitter, Instagram e Facebook con ironia arrivando a ottenere oltre 40mila follower

"Sento e scrivo. Nel frattempo dubito. Orgogliosamente sardo". Si presentava così su Instagram Max Conteddu, l'uomo sardo che con ironia, poesia e leggerezza ha raccontato la sua malattia, un tumore al cervello, sui social arrivando a essere seguito da oltre 40mila persone. A meno di un anno dalla scoperta del cancro, è morto a Sinicola, dove viveva, in Sardegna.

La passione per la scrittura

Conosciuto sui social con il nickname @istintomassimo, su Twitter, Instagram e Facebook spiegava che la passione per la scrittura lo ha perseguitato da sempre. Il profilo Twitter è stato aperto nell'ottobre del 2011 e ha ottenuto quasi 41mila follower. In centinaia commentavano i suoi post, composti da frasi brevi, aforismi e battute ironiche. Max ha scritto anche un libro, "Le cinque chiavi", una raccolta di alcuni dei suoi migliori tweet ma anche, come diceva lui stesso, "un viaggio in cinque momenti chiave della vita di Alessio, un ragazzo tormentato da se stesso. Perché viaggiare dentro qualcuno significa viaggiare anche dentro se stessi".

La malattia

Conteddu ha lottato fino alla fine contro un tumore al cervello, raccontando l'evoluzione della malattia con foto sul lettino e frasi di aggiornamento. Ad assisterlo ci sono sempre stati la compagna, la sorella e il fratello. L'ultimo post su Instagram è dedicato proprio alla fidanzata, un collage di foto della coppia con la didascalia: "L'amore ha tante forme. Questa è la nostra". Le immagini scelte per il post sono precedenti alla malattia e Max appare molto diverso da quelle in ospedale degli ultimi tempi.

L'affetto sui social

La leggerezza, la forza, l'ironia con cui Conteddu ha affrontato la malattia, condividendola con i propri follower, lo ha fatto apprezzare da migliaia di persone che lo incoraggiavano a continuare a lottare e a non perdere la speranza. Tra loro anche numerosi personaggi del mondo dello spettacolo come Rossella Brescia, Nek e Max Pezzali. Quest'ultimo aveva inviato al poeta sardo un video d'incoraggiamento che Conteddu ha pubblicato su Twitter con la didascalia: "Il mio mit Max Pezzali mi rende felice con un video di incoraggiamento insieme alla mitica moglie Debora. Grazie Max!". Dopo la morte dell'uomo, tanti sui social si sono stretto intorno alla famiglia. Numerosi i messaggi di cordoglio con l'hashtag #CiaoMax balzato al primo posto dei trending topic su Twitter.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.