"Il 17 porta sfiga", imputato si fa cambiare data dell'udienza dal gup

Cronaca

E’ accaduto in un'aula del tribunale di Milano. Ad avanzare la richiesta, accolta dal giudice, è stato un uomo accusato di truffa per aver contraffatto una banconota da 50 euro

Ha chiesto al giudice di cambiare la data dell’udienza fissata il 17 ottobre. E’ accaduto al tribunale di Milano dove un imputato napoletano, che risponde di truffa in abbreviato, ha avanzato la richiesta accolta dal gup.

La richiesta e l’accoglimento da parte del gup

Alla fine dell'udienza di oggi, il giudice ha proposto alle parti la data del 17 ottobre per quella successiva, ma a quel punto l'imputato, presente in aula e accusato di aver contraffatto una banconota da 50 euro, si è alzato esclamando: "Il 17 no, dottore, porta sfiga”. Il giudice, dopo un sorriso, gli ha replicato: "Guardi, però, che non è mica di venerdì". E l'imputato: "Fosse stato di venerdì non sarei nemmeno uscito di casa". Il gup si è fatto convincere dalla scaramanzia e dall'ironia dell’imputato, gli ha concesso di rivedersi un altro giorno, il 24 ottobre. Sarà un giovedì.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.