Scontri tra ultrà su A1, tifosi Bologna lanciano sasso contro pullman di supporter Torino

Cronaca

All'altezza dell'area di servizio Chianti, uscita Firenze sud, il pullman della Curva Maratona è stato preso d’assalto da alcuni ultras rossoblù diretti a Napoli. Tutti i tifosi sono stati identificati dalla polizia. Salvini: "Tolleranza zero"

Sassaiola contro un pullman di tifosi del Toro nell'autogrill Chianti, sull'A1, a sud di Firenze. Dalle prime ricostruzioni l'attacco è scattato quando il mezzo diretto a Roma per Lazio-Torino si è incrociato alla stazione di servizio con i tifosi del Bologna diretti a Napoli per il match di stasera. Vetri rotti e tanta paura ma per fortuna nessun ferito. Gli occupanti dei due pullman sono stati tutti identificati.

Fermati gli autobus dei tifosi

L'autobus con i tifosi granata, hanno spiegato gli investigatori, è stato intercettato al suo arrivo a Roma e i componenti sono stati bloccati dagli agenti della Digos capitolina per ulteriori accertamenti. Le forze dell'ordine, che sono in stretta collaborazione con la Digos di Firenze, sono al lavoro per stabilire l'esatta dinamica dei fatti. Al momento nessuno dei tifosi granata risulta avere precedenti per episodi di violenza allo stadio. Per quanto riguarda invece il pullman dei bolognesi, era stato individuato e poi fermato ad Arezzo dalla polizia stradale grazie a una manovra cosiddetta "a tenaglia" messa in atto da quattro pattuglie. Due di queste erano in servizio sulla viabilità ordinaria e sono state inviate d'urgenza in autostrada dal Centro operativo della polizia stradale (Cops).

Sassi contro pullman di tifosi

Il pullman attaccato, partito alle 3 di stanotte circa da Torino, ospitava tifosi appartenenti al Cast, gruppo granata della curva Maratona, mai segnalato per intemperie o episodi violenti. Secondo quanto emerge dalle immagini girate dalle telecamere di sorveglianza, prima del vetro infranto, i tifosi si sarebbero colpiti usando anche bottiglie vuote e cinture. In base alla ricostruzione degli investigatori, i primi ad arrivare nell'area di servizio sarebbero stati i granata, una cinquantina in tutto, a bordo di un pullman. Alla vista di una trentina di supporter del Bologna, arrivati poco dopo su un altro bus, sarebbero andati loro incontro. Dopo le grida e gli insulti sarebbe scattata la rissa, terminata quando un sasso ha rotto il vetro di un altro pullman di tifosi granata, estranei alla vicenda. Sembra che la pietra sia stata lanciata dalla parte dei bolognesi. Gli ultras coinvolti rischiano una denuncia per rissa e possesso di oggetti atti a offendere.

Salvini: tolleranza zero 

Sull'episodio è intervenuto anche il ministro dell'Interno, Matteo Salvini: "Cominciamo col tenere in galera questi deficienti, che non dovranno mai più mettere piede in uno stadio finché campano. Un vero tifoso non lancia sassi né usa coltelli, tolleranza zero!", ha scritto su Twitter.

Cronaca: i più letti