Brindisi, mimano scimmie per insultare i giocatori avversari: 7 daspo

Cronaca
Foto d'archivio
campo-calcio-generica-ansa

I fatti risalgono al 16 settembre scorso, durante una partita del campionato di Eccellenza tra il Mesagne e il Gallipoli. I 7 tifosi ospiti, che hanno preso di mira due calciatori di colore, sono stati anche denunciati per atti di discriminazione per motivi razziali

Daspo per sette tifosi del Gallipoli. L’accusa, per loro, è di aver insultato - mimando la gestualità delle scimmie - due calciatori di colore avversari. I fatti risalgono al 16 settembre scorso, durante una partita del campionato di Eccellenza tra il Mesagne e il Gallipoli, allo stadio “Guarini” della cittadina in provincia di Brindisi. I tifosi sono stati anche denunciati per atti di discriminazione per motivi razziali.

Divieto di assistere a manifestazioni sportive per 5 anni

I provvedimenti, emessi dal questore di Brindisi Maurizio Masciopinto, impongono ai sette tifosi il divieto di assistere a manifestazioni sportive per cinque anni. Le indagini sono state condotte dai poliziotti del commissariato di Mesagne, in collaborazione con la Digos di Brindisi e il commissariato di Gallipoli.

La partita il 16 settembre scorso

Durante la partita di calcio tra il Mesagne e il Gallipoli del 16 settembre scorso, allo stadio “Guarini” erano presenti circa cinquanta sostenitori della squadra ospite. Dalla curva, verso i due giocatori di colore del Mesagne, erano partiti diversi ululati e mugugni, a imitare il verso e la postura delle scimmie. L’arbitro aveva annotato tutto sul referto, tanto che alla squadra del Gallipoli è arrivata una multa di 500 euro. Dai fotogrammi, poi, sono stati poi individuati i responsabili: tifosi gallipolini di età compresa tra i 20 e i 32 anni.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24