Vaccini, controlli Nas a scuola: scoperte 55 autocertificazioni false

Cronaca
vaccini

Quasi 56mila documenti setacciati in 1.500 istituti scolastici in tutta Italia. I genitori che hanno dichiarato il falso sono stati denunciati

Sebbene l'obbligo sia stato fatto slittare di un anno, quello dei vaccini a scuola resta un tema caldo. A inizio settembre, i carabinieri dei Nas hanno passato a setaccio quasi 1.500 istituti e, tra gli oltre 55mila documenti controllati relativi alle vaccinazioni, sono emerse 55 autocertificazioni false.

I controlli dei Nas nelle scuole

Il monitoraggio, condotto a livello nazionale tra il 4 e il 14 settembre scorsi, ha interessato "istituti scolastici ed educativi" (selezionati tra asili nido, scuole dell'infanzia, scuole primarie e istituti comprensivi di tutte le province) – si legge nel sito del ministero della Salute – ed è stato "finalizzato al riscontro – a campione – della veridicità delle certificazioni e autocertificazioni di regolare adempimento degli obblighi vaccinali dei minori presentate dai genitori presso le segreterie degli istituti scolastici".

I 55 documenti falsi e le denunce

I Nas hanno incrociato i documenti con i dati in possesso delle Asl competenti (o delle analoghe autorità sanitarie territoriali), facendo emergere le irregolarità: 55 in tutto gli episodi di "acclarato falso documentale di autocertificazioni" su un totale di 55mila 700 documenti verificati all'interno di 1.493 scuole italiane. La copertura vaccinale dei minori – ricorda sempre il ministero – è "obbligatoria ai sensi della L. 119/2017". I genitori che hanno consegnato le dichiarazioni mendaci sono stati deferiti alle Procure della Repubblica locali per il reato di falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.

Cronaca: i più letti