Sport senza barriere, a Milazzo la convention degli atleti disabili

Cronaca

Emanuele Canta

I giocatori della Orlandina Basket in carrozzina in una fase del match

L’iniziativa denominata Parolimparty si è svolta in provincia di Messina. Coinvolti numerosi atleti con disabilità che hanno “sfidato” giocatori normodotati posti nella medesima condizione

Hanno partecipato in migliaia al Parolimparty, la prima grande convention di sport da spiaggia del Sud Italia dedicata alle persone con disabilità, che si è svolta a Milazzo, in provincia di Messina, presso il lido Open Sea dell'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e che ha voluto porsi l’obiettivo di promuovere il concetto di sport senza barriere. Testimonial della manifestazione Nadia Bala, già atleta della nazionale italiana di Sitting Volley, e Francesco Bonanno, presidente della Federazione Paralimpica Italiana di Calcio Balilla e nove volte campione del mondo. Tre giorni, dal 7 al 9 settembre, in cui i diversi atleti si sono misurati in otto diverse discipline sportive (nuoto in acque libere; beach bocce; sitting volley; tennis tavolo; calcio balilla; tiro con l’arco; basket 3vs3 in carrozzina; burraco) incontrando atleti normodotati o con differenti disabilità posti nella medesima condizione, come è accaduto per i giocatori dell’Orlandina Basket (serie A2) e del Cus Messina (serie A2 pallanuoto maschile).

I giocatori dell’Orlandina Basket in carrozzina

E così, ad esempio, i professionisti della Orlandina Basket, che milita in serie A2, si sono seduti in carrozzina e, tra non poche difficoltà, hanno tenuto testa agli avversari tra canestri, risate e tanta solidarietà: “La scelta dell’Orlandina è semplice – spiega il coach Marco Sodini -: il valore della diversità fa sì che tutte le persone abbiano una qualità individuale. E quello che rende tutti migliori è che noi siamo tutti diversi. Nel momento in cui possiamo dare una mano facendo conoscere il valore della diversità noi siamo in prima fila. Qui ci sono persone che danno valore a cose importanti: ho visto tantissimi volontari che danno una mano, sacrificano il loro tempo senza avere forma di ritorno. Siamo noi che dobbiamo imparare non il contrario”. A sedersi su una carrozzina sono stati otto atleti dell’Orlandina: “Non è stato semplice – confessa il cestista Nicola Mei -: ci vuole uno sforzo fisico e mentale perché interagisci con qualcosa di nuovo. È stato bellissimo ma difficile. Penso che quello che importa è che a volte la testa va oltre quello che è il fisico. Lo sforzo mentale per lo sport ti fa superare le problematiche della vita. Se tu ti prefiggi dei traguardi nello sport come nella vita pensi di raggiungerli. Questi ragazzi ne sono la prova. E loro oggi mi lasciano il sorriso”.

Atleti con disabilità provenienti da tutta Italia

Le squadre e i singoli che si sono iscritti ai tornei provengono da Reggio Calabria, Ascoli Piceno, Vercelli, Prato, Vibo Valentia, Vicenza, e naturalmente da tutte le nove province siciliane Messina e Milazzo in testa. “In questa cornice dei nostri 50 anni di sfide e di conquiste – ha detto Angelo La Via, presidente del Coordinamento AISM Sicilia - vogliamo dimostrare come un’attività come lo sport può diventare determinante per le persone con sclerosi multipla. Crediamo nello sport perché attività di piena inclusione e per noi avere una società inclusa vuole dire avere una società che risponde ai criteri della solidarietà e della cittadinanza attiva. Abbiamo ospitato questo mega evento perché lo sport è un mezzo affinché le persone con sm possano praticare sport con la certezza di raggiungere una piena inclusione nella società”.

Il coinvolgimento dei tanti cittadini

L’iniziativa, organizzata nel 50° anniversario di AISM e promossa da Mediterranea Eventi, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e Associazione Bios, è diventata realtà grazie ai tanti cittadini che hanno contribuito attraverso una raccolta fondi alla realizzazione della manifestazione e al supporto della Fondazione Vodafone attraverso il bando “OSO-Ogni Sport Oltre”. Alla manifestazione hanno, inoltre, fatto da cornice momenti dedicati ad attività di diving, flyboard e fitness, ma anche cinema, musica e comicità con la proiezione del film “Tiro libero” nella formula “Cinema sotto le stelle”, e un concerto del gruppo rock “Finley”.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24