Genova, l'idea di ponte di Renzo Piano: 43 pali in omaggio a vittime

3' di lettura

Nella proposta che l'architetto ha donato alla città attraverso un plastico sarebbe presente l'elemento memoriale: un palo dell'illuminazione per ogni persona che ha perso la vita nel crollo. Di Maio: "Ricostruisca Fincantieri in sicurezza con eventuale sostegno di Cdp"

Quarantatré pali dell'illuminazione, tanti quante sono le vittime del crollo del vecchio ponte Morandi (IL CROLLO - FUNERALI - FOTO - VIDEO), su una linea semplice e pulita, senza "strallatura", cioè senza strutture che sovrastino la carreggiata, con il peso sostenuto interamente dai piloni. Sarebbe questa, secondo quanto anticipato dal Secolo XIX, l'idea del nuovo ponte Morandi, offerta da Renzo Piano e consegnata nelle scorse ore al commissario per l'emergenza e governatore della regione Liguria, Giovanni Toti. I pali dell'illuminazione, che sarebbero visibili in tutta la vallata, costituirebbero così l'elemento "memoriale" del progetto dell'archistar, rendendo omaggio alle 43 persone che hanno perso la vita il 14 agosto scorso nel crollo. Per la ricostruzione, intanto, il vicepremier Luigi Di Maio chiama in causa Fincantieri: "Ricostruisca, in sicurezza, con l'eventuale sostegno di Cdp".

Attesa per il progetto di Autostrade

Il progetto di Piano è diverso rispetto a quello parzialmente annunciato da Autostrade per l'Italia, al momento designata per demolire e ricostruire il ponte. La società aveva annunciato un viadotto in acciaio con una struttura strallata. Entro venerdì, 31 agosto, si conosceranno anche gli ulteriori dettagli di questo piano. Intanto Toti, dalla sua pagina Facebook, sulla ricostruzione spiega: “Per un volta possiamo farla semplice: Autostrade apre il cantiere e paga il conto. Fincantieri costruisce il ponte. Renzo Piano regala a Genova il disegno di un ponte bellissimo. Così, senza polemiche, la città può riavere in fretta un'opera indispensabile, sicura e meravigliosa. Così si onora davvero chi ha perso la vita".

Di Maio: "Ricostruisca Fincantieri, con l'eventuale sostegno di Cdp"

Sull'affidare la ricostruzione a Fincantieri è d'accordo anche Di Maio. "Il ponte lo deve costruire un'azienda di Stato, noi abbiamo un gioiello che si chiama Fincantieri che può essere sostenuta da Cdp", ha detto in una diretta Facebook. E ancora, su Autostrade: "Per me è complicato andare a dire alle famiglie delle vittime che ricostruirà il ponte chi lo ha fatto cadere". Il vicepremier ha anche ipotizzato: "Magari possiamo far costruire pezzi del ponte alla Fincantieri di Genova, così che si costruisca tutto in loco e si faccia girare l'economia". "Il nostro obiettivo principale - ha spiegato infine Di Maio - è revocare le concessioni ad Autostrade perché sono stati inadempienti, fare in modo che i politici che hanno firmato quei contratti capestri debbano pagare, ricostruire il ponte in sicurezza".

Data ultima modifica 29 agosto 2018 ore 19:08

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"