Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Genova, Toninelli: Autostrade metta soldi ma ricostruiamo noi ponte

3' di lettura

Oggi saranno pubblicati tutti gli atti delle concessioni autostradali. Intanto sulla ricostruzione si apre lo scontro tra il ministro delle Infrastrutture e il vicepremier Di Maio (che vogliono Fincantieri) e il governatore ligure Toti (che tiene in pista Autostrade)

"È normale che debbano mettere i soldi ma è altrettanto normale che non possa essere Autostrade a ricostruire, deve esserci il sigillo, il collaudo e il progetto dello Stato". Nel giorno in cui saranno pubblicati tutti gli atti delle concessioni autostradali, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, torna a ribadire che "sarebbe una follia” consentire ad Autostrade di ricostruire il ponte Morandi a Genova (IL CROLLO - FUNERALI - FOTO - VIDEO): “Sarebbe irrispettoso nei confronti dei familiari delle vittime. Ma che senso di sicurezza potremmo dare a far costruire il ponte a chi l'ha fatto crollare?" ha affermato. E dopo l’intervento in Commissione di ieri, spiega che l’ipotesi di affidare la ricostruzione del ponte di Genova a Fincantieri e Cassa depositi e prestiti "è una delle strade: “Non è la decisione di un singolo, è una decisione del governo". Anche se sul tema è scontro con il governatore della Liguria Toti.

L'ipotesi Fincantieri 

L’esecutivo, ha assicurato Toninelli, "è compatto nel non permettere più ai privati di speculare". Il ministro rassicura anche sulle divergenze di vedute all'interno del governo: "Ho parlato con Di Maio e Salvini, - ha sottolineato - le nazionalizzazioni non vengono fatte a tappeto". La linea portata avanti dal ministro è quella di rivedere l'intero sistema delle concessioni, valutando di volta in volta nazionalizzazioni o rinegoziazioni dei contratti. Ma nella gestione dell'emergenza di Genova si apre lo scontro istituzionale con Toninelli e il vicepremier Di Maio che aprono la strada a Fincantieri e il governatore della Liguria che afferma che sono già in corso contatti tra Autostrade, “che resta l’interlocutore”, e Cassa depositi e prestiti.

Scontro Di Maio - Toti

“A rifare il ponte dovrà essere per me un’azienda di Stato. Fincantieri è un'eccellenza mondiale, possono realizzare il ponte in meno di un anno e lo faranno nel cantiere di Genova così da portare anche lavoro e lustro alla città e ai genovesi che si stanno già rimettendo in piedi ma hanno bisogno di tutto il nostro supporto. Il fatto che sia Fincantieri, con Cassa depositi e prestiti, a occuparsi della ricostruzione permetterà allo Stato di avere un controllo molto forte su tutto il processo”. Ha scritto Luigi Di Maio su Facebook. Ha replicato al vicepremier il governatore Toti: "Il ministro Luigi Di Maio sa bene che al di là delle chiacchiere quel ponte è ancora oggi nella concessione di Autostrade. Quindi è Autostrade che deve pagare la ricostruzione e presentare un piano lavori. Che poi lo possa fare Fincantieri o un’altra azienda di Stato, già abbiamo detto di essere tutti d’accordo. Quindi: Autostrade dia l’incarico di costruire il ponte a un’azienda pubblica".

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"