Napoli, vessata e minacciata da marito e figlio: allontanati da casa

Cronaca
Il divieto di avvicinamento è stato deciso dal gip per tutelare l’incolumità della donna (Fotogramma, immagine di repertorio)
fotogramma_carabinieri

Per l'uomo di 49 anni e il ragazzo di 18 è scattato il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima. La donna di 45 anni ha sporto denuncia nel mese di maggio 

Veniva vessata per futili motivi dal marito e dal figlio, per questa ragione lo scorso maggio si era decisa a denunciare. A seguito dell’esposto i carabinieri della tenenza di Marano, in provincia di Napoli, hanno così avviato le indagini, accertando le ripetute aggressioni. Per questo gli uomini delle forze dell'ordine hanno dato esecuzione a un'ordinanza che applica il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla parte offesa. Padre e figlio hanno rispettivamente 49 e 18 anni, quest’ultimo era inoltre già noto alle forze dell’ordine.

Minacce e lesioni subite per futili motivi

La donna, 45 anni, avrebbe riferito ai carabinieri di essere stata vittima di vessazioni, minacce e lesioni, subite per futili motivi. Dichiarazioni che, insieme ai referti medici e alle testimonianze raccolte dai militari, hanno dato modo di accertare la situazione familiare. La procura di Napoli-Nord ha così richiesto e ottenuto dal Giudice per le inchieste preliminari (gip) il divieto di avvicinamento per tutelare l’incolumità della donna.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24