Pi Greco Day, Google celebra con un doodle il re dei numeri

Il doodle di Google che celebra il Pi Greco Day (14 marzo)
2' di lettura

Il motore di ricerca festeggia il giorno dedicato alla costante matematica (3,14) che rientra in moltissime leggi della fisica. Il numero è indispensabile in molti ambiti: dalla tecnologia all'economia, fino agli studi spaziali

Anche Google celebra il Pi Greco Day, il giorno (14 marzo) dedicato al re dei numeri: 3,14. E lo fa con un doodle pensato per l'occasione e che festeggia il 30esimo anniversario della ricorrenza. La data non è scelta a caso: nei Paesi anglosassoni, dove il mese viene prima del giorno, viene scritta proprio come "3,14" (cioè come le prime tre cifre del Pi Greco).

Cos'è e a cosa serve il Pi Greco

Questa giornata vuole essere soprattutto l'occasione per avvicinare le ragazze e i ragazzi alla matematica. La prima celebrazione si è tenuta nel 1988 a San Francisco, per iniziativa del fisico statunitense Larry Shaw, e nel corso degli anni il 14 marzo è diventato un appuntamento sempre più sentito, tanto da arrivare a diventare anche il protagonista di Google. Del resto, il Pi Greco  è una costante matematica che rientra in moltissime leggi della fisica. Rappresentato graficamente dalla lettera greca "π", Pi simboleggia il rapporto tra la lunghezza della circonferenza di un cerchio e il suo diametro (distanza da un lato all'altro passando per il centro). Innumerevoli le sue applicazioni pratiche: è fondamentale, per esempio, per calcolare le orbite dei satelliti, per prevedere l'andamento dei mercati finanziari e per studiare la propagazione delle onde elettromagnetiche, cioè quelle con cui comunicano anche gli smartphone.

Leggi tutto
Prossimo articolo