Norcia, sequestrato centro polivalente. Boeri: equivoco verrà chiarito

Il centro polivalente di Norcia progettato dall'architetto Stefano Boeri posto sotto sequestro
2' di lettura

Indagato l'architetto che ha ideato l'opera. Secondo la Procura di Spoleto, la struttura è stata realizzata in violazione alla normativa che ne prevede la temporaneità. Avviso di garanzia anche per il sindaco Nicola Alemanno

Sequestrato il centro polivalente 4.0 di Norcia progettato dopo l'emergenza sisma. Avviso di garanzia per il sindaco Nicola Alemanno e per l'architetto Stefano Boeri, che ha ideato l'opera. Secondo la procura di Spoleto, il centro è stato realizzato in violazione alla normativa che ne prevede la temporaneità. Il centro "Norcia 4.0" - secondo gli investigatori - avrebbe invece carattere definitivo. "Sono certo che ogni equivoco verrà chiarito", replica Boeri. 

Sequestrato centro polivalente

Il centro, allestito appena fuori le mura di Norcia, è stato costruito interamente in legno e inaugurato nel giugno del 2017 dopo la forte scossa di magnitudo 6.5 che il 30 ottobre 2016 ha causato decine di migliaia di sfollati e danni incalcolabili (sisma Centro italia, lo speciale). 

Boeri: è un equivoco

Immediata la replica dell'archistar, che si dice "senza parole". "Non so come si faccia a dire che non è temporaneo -  aggiunge -  E' smontabile e rimontabile completamente, impianti inclusi". Nel provvedimento della Procura si sostiene inoltre che il centro polivalente sia stato costruito in un'area sottoposta a tutela paesaggistica in quanto all'interno del Parco dei monti Sibillini e sito d'interesse comunitario. Boeri si dice "amareggiato nel rilevare come un lavoro finanziato dai cittadini italiani, svolto dal mio studio in totale gratuità e con grande attenzione alle esigenze della comunità di Norcia venga trattato alla stregua di una speculazione abusiva.”

4.0

Il 14 marzo il centro Boeri avrebbe dovuto ospitare un'iniziativa organizzata dalla Rappresentanza italiana della Commissione europea sui finanziamenti europei diretti e indiretti per aiutare la ripresa delle comunità e dei territori colpiti dal sisma. L'evento, fa sapere il Comune, è confermato, ma si terrà a Palazzo Seneca. Negli ultimi mesi tutte le più importanti iniziative a Norcia si sono svolte proprio al centro Boeri.

Quello sequestrato è solo il primo di quattro moduli - tre sono ancora da costruire - per dare alla città gravemente colpita dal sisma un luogo di ritrovo per iniziative sociali e culturali. 

Data ultima modifica 13 marzo 2018 ore 18:56

Leggi tutto
Prossimo articolo