Terremoto: 25mila sfollati nelle Marche, 3mila a Norcia

Questi i numeri diffusi dalla Protezione civile dopo il sisma che ha scosso di nuovo il Centro Italia. Migliaia di persone si stanno trasferendo sulla costa, quelle che non vogliono o non possono lasciare i paesi colpiti vengono ospitate nei centri d’accoglienza. FOTOVIDEO – LIVEBLOG

  • Il nuovo terremoto che ha colpito il Centro Italia, il più forte dal 1980, ha provocato migliaia di sfollati. Secondo i numeri della Protezione civile, sarebbero almeno 25mila nelle Marche e 3mila a Norcia (in Umbria). A questi si aggiungono circa 400 persone rimaste senza casa in Abruzzo, soprattutto nel Teramano ma anche nell'Aquilano e nel Pescarese – Sisma, il liveblog
  • “È un numero enorme di persone – ha detto il presidente delle Marche, Luca Ceriscioli –. Ma è un numero variabile, , nel senso che dobbiamo considerare chi è ancora in casa e dovrà uscire e chi viceversa potrà rientrare” – Sisma, le foto
  • Le persone che non vogliono o non possono allontanarsi dai paesi colpiti dal sisma sono state sistemate nei centri d’accoglienza allestiti in edifici e luoghi più sicuri – Sisma, i video
  • “Non c’è bisogno di soffrire ulteriormente. Il fatto di spostarsi non implica non tornare, ma passare la notte in condizioni oggettivamente migliori. Ovviamente non vogliamo obbligare nessuno”, ha detto il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio – Scossa 6.5 a Norcia, la più forte mai registrata in Italia dal 1980
  • Migliaia di persone rimaste senza casa si stanno trasferendo con auto proprie o con i pullman sulla costa, dove vengono ospitate in diverse strutture alberghiere – Sisma, crollata la basilica di San Benedetto a Norcia. FOTO
  • Gli sfollati vengono distribuiti sui 150 km della costa marchigiana e, come ha rivelato la Confcommercio sulla base della richiesta di disponibilità fatta dalla Protezione Civile agli operatori, ci rimarranno almeno fino ad aprile – "È venuto tutto giù": Arquata del Tronto distrutta dal nuovo sisma
  • Il sindaco di Civitanova Corvetta ha parlato di “una migrazione epocale, magari temporanea, ce lo auguriamo, ma epocale” – Sisma, il crollo della Basilica di Norcia fa il giro del mondo. FOTO
  • Molte delle persone che vivono nei 40 comuni appenninici colpiti dalle scossa vorrebbero restare vicino alle case e alle attività. Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio, ha però spiegato che “l'assistenza deve continuare in direzione di portare le persone sulla costa, al momento non ci sono possibilità di assistenza in loco” – Da Tolentino a Visso, tutti i paesi colpiti dal sisma. FOTO