Treno deragliato Milano, perquisite le sedi di Rfi e Trenord

Cronaca
Il treno deragliato a Pioltello lo scorso 25 gennaio (Ansa)

Dopo l’incidente dello scorso 25 gennaio, alcuni documenti sono stati sequestrati dalle sedi delle due aziende farroviarie coinvolte. Disposte per l'1 febbraio le autopsie delle tre vittime

Perquisizioni con sequestri di documenti sono state effettuate nella sede di Milano di Trenord e in quella di Roma di Rfi. Le due aziende sono coinvolte nell’indagine per l’incidente a Pioltello costato la vita a 3 donne e in cui altre 46 persone sono rimaste ferite, il 25 gennaio (LE FOTO).

Presi dati sulla gestione della manutenzione

Da quanto si è appreso, le perquisizioni disposte dalla Procura di Milano sono state effettuate dagli uomini della Polfer che avrebbero preso "dati informatici" e "documentazione cartacea relativa alla gestione della manutenzione ordinaria e straordinaria". Inoltre, contestualmente alle perquisizioni, sono state notificate alle due società le informazioni di garanzia. Dunque, Rete Ferroviaria Italiana e Trenord risultano formalmente indagate in relazione alla legge 231 del 2001, quella sulla responsabilità amministrativa degli enti (LE INDAGINI). 

Disposte le autopsie delle tre donne

Intanto, i pm di Milano Maura Ripamonti e Leonardo Lesti che con il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano coordinano le indagini, hanno disposto le autopsie sulle vittime che si terranno giovedì 1 febbraio. L'indagine ha portato al momento ad iscrivere nel registro degli indagati quattro persone ovvero l'amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana, il direttore produzione della stessa società insieme all'ad e il direttore operativo di Trenord.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24