Torino, piazza San Carlo: avviso di garanzia per portavoce Appendino

Cronaca
Piazza San Carlo lo scorso 3 giugno (Ansa)
torino_san_carlo_ansa

L'ambito, secondo le prime informazioni, è quello di un'inchiesta collegata ai fatti del 3 giugno 2017. Le ipotesi di reato a carico di Luca Pasquaretta sarebbero "invasione di terreni o edifici" e "deturpamento di cose altrui": Juve-Real su schermo non regolare

Avviso di garanzia a Luca Pasquaretta, portavoce del sindaco di Torino Chiara Appendino. L'ambito, secondo le prime informazioni, è quello di un'inchiesta collegata ai fatti di piazza San Carlo e, in particolare, all'organizzazione di una proiezione su maxi schermo della finalissima di Champions League, il 3 giugno 2017, al Parco Dora.

Gli accertamenti su Parco Dora

Sempre secondo le prime informazioni, le ipotesi di reato contenute nel provvedimento sarebbero l'"invasione di terreni o edifici" e il "deturpamento di cose altrui". Gli accertamenti sulla proiezione al Parco Dora sono una costola della maxi-inchiesta sui fatti di piazza San Carlo, dove sono indagate ventuno persone - tra cui la sindaca Chiara Appendino, l'ex questore Angelo Sanna e il prefetto Renato Saccone - per disastro, lesioni e omicidio colposo. La sera dello scorso 3 giugno, nella piazza torinese, davanti al maxischermo allestito per la finale di Champions tra Juventus e Real Madrid, rimasero ferite 1.500 persone, una delle quali morì dopo alcuni giorni di agonia.
Per quel che riguarda Parco Dora, dove non ci furono incidenti e non si registrarono problematiche di alcun tipo, la procura si è invece interessata alle modalità con cui è stato organizzato l'evento.

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24