Pedaggi A24-A25, Delrio: per i pendolari sconti fino al 20%

Cronaca

Il ministro delle Infrastrutture ha annunciato la misura dopo un tavolo con i governatori di Lazio e Abruzzo. Lo scopo è calmierare l’aumento del 13% dei pedaggi sul tratto che collega Roma a Teramo, entrato in vigore il 1° gennaio

"Abbiamo deciso di mettere insieme, Regioni e Ministero, risorse per consentire sconti sostanziali, fino al 20%, per chi usa abitualmente l'autostrada". Lo ha dichiarato il ministro delle Infrastrutture, Graziano Delrio, dopo un tavolo con i governatori di Lazio e Abruzzo, Nicola Zingaretti e Luciano D'Alfonso. Al centro del confronto l’aumento dei pedaggi, quasi del 13%, dell'A24-25, l’autostrada che collega Roma a Teramo.

Piano economico quinquennale

"Gli incrementi tariffari dell'A24 e 25 - ha spiegato Delrio - sono stati autorizzati dal ministero sulla base di sentenze giudiziarie, ricorsi vinti e sono a decisione del concessionario". Un aumento che, però, il ministero è consapevole "debba essere calmierato". Per questo, accanto a uno sconto del 20%, il ministro ha assicurato che è allo studio un "Piano economico finanziario che per i prossimi 5 anni cercherà di calmierare in modo strutturale le tariffe mettendo un contributo statale, vista la peculiarità di questa autostrada di montagna e strategica per l'accesso a Roma". Il progetto, ha spiegato Delrio, prevede la messa in sicurezza totale dell'autostrada "che è ad altissimo rischio sismico e che prevede una contribuzione pubblica degli investimenti eseguiti, perché questi non si scarichino sulle tariffe". Gli interventi per l'alta pericolosità sismica, ha assicurato infatti il ministro, sarebbero accollati allo Stato. L’aumento dei pedaggi, entrato in vigore il primo gennaio, nei giorni scorsi ha scatenato le proteste degli amministratori locali e dei pendolari.

Cronaca: i più letti