Smaltivano materiale edilizio risulta nel Crati,tre denunce

Calabria
a7c5db0cd13474dea7bc8336b2d762cd

Attività illecita di gestione rifiuti scoperta da Cc Forestale

(ANSA) - COSENZA, 24 FEB - Tre persone sono state denunciate a Cosenza dai Carabinieri forestale nell'ambito di un'operazione, coordinata dalla Procura, che ha portato alla scoperta di un'attività di smaltimento e gestione illecita di rifiuti tra i comuni di Cosenza e S.Pietro in Guarano.
    L'indagine è scaturita a seguito di un controllo del territorio che ha permesso di constatare la movimentazione di terre da scavo provenienti da un cantiere edile di Cosenza, dove si stanno effettuando lavori per la costruzione di un palazzo, verso un altro cantiere ubicato a San Pietro in Guarano. Il materiale, trasportato con mezzi meccanici, secondo quanto accertato, veniva smaltito illecitamente nell'alveo del fiume Crati per essere impiegato per riempire e occultare buche precedentemente scavate nell'alveo del corso d'acqua. L'azione illecita in questo modo avrebbe consentito di trafugare materiale dal corso d'acqua e di riempire le buche provocate utilizzando il materiale di risulta occultando le tracce del reato.
    Le persone denunciate sono l'amministratore della società e il direttore dei lavori del costruendo fabbricato di Cosenza e il legale rappresentante dell'altra società che gestiva il terreno di S.Pietro in Guarano. Oltre al materiale litoide, sono stati sequestrati anche tre autocarri e un escavatore, utilizzati nelle attività, e l'area di 7.000 metri quadri di S.Pietro in Guarano adibita a discarica abusiva. (ANSA).
   

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24